Il 14 e 15 maggio, i Ceas organizzano pulizie e raccolte di rifiuti sul territorio regionale. Altre iniziative tra giugno e luglio
Torna "Tutti a raccolta!" nell'ambito della campagna "Plastic-FreER"

Torna, anche per il 2022, l’iniziativa ‘Tutti a raccolta’ promossa dal CTR Educazione alla Sostenibilità di Arpae, nata per affiancare la campagna regionale #Plastic-FreER, strategia per la riduzione dell’incidenza delle plastiche sull’ambiente.

I Centri di Educazione alla Sostenibilità (Ceas) sul territorio regionale hanno pianificato diverse iniziative per sensibilizzare cittadini e famiglie al tema dell’inquinamento da plastica (e non solo), organizzando delle vere e proprie azioni di pulizia in aree di interesse pubblico come aree verdi, aree fluviali e marine, dove questo genere di inquinamento va a concentrarsi maggiormente.

Quest’anno i Ceas saranno affiancati da funzionari volontari dell’Agenzia delle Entrate, che condividono con il Ministero dell’Ambiente l’obiettivo di contrastare l’inquinamento ambientale, sensibilizzando i dipendenti al riciclo e riducendo l’uso quotidiano di materiali non riciclabili, come espressamente indicato nel Piano Triennale di Azioni Positive 2021-2023 dell’Agenzia.

Nove i CEAS impegnati, con iniziative che interesseranno numerosi comuni in sette province.
Questo il programma completo di “Tutti a raccolta!” (ad oggi, in costante aggiornamento).

14 e 15 Maggio

  • il Ceas Tresinaro-Secchia organizza in tre date –11, 14 e 21 maggio – la pulizia dei cortili e giardini scolastici, nei Comune di Scandiano, Castellarano e Rubiera.
    Con la partecipazione delle classi del percorso NoWaste dell’istituto superiore P. Gobetti di Scandiano (qui la locandina), Istituto Comprensivo di  Castellarano, e scuola primaria M. Polo di Rubiera.
  • il Ceas MAUSE di Forlì organizza il 14 maggio una raccolta lungo le sponde del Fiume Montone.
    L’evento vedrà la collaborazione di Legambiente Forlì-Cesena, Guardie Ecologiche Volontarie GEV- Forlì, Alea Spa l’Istituto Comprensivo 4 di Forlì (qui la locandina).
  • il Ceas ente parchi Emilia Orientale organizza diverse attività nella provincia di Bologna.
    In particolare, il 14 maggio è prevista la raccolta di rifiuti nella zona umida di Ca de Mandorli e la pulizia collettiva del torrente Idice a San Lazzaro di Savena.
    Il 16 e il 18 maggio si terranno invece uscite educative con classi della scuola primaria di Calderino, IC Monte San Pietro, e la scuola primaria di Monte San Giovanni. Oltre alla pulizia, è prevista una lezione all’aperto legata ai temi di inquinamento da plastica.
  • il Ceas Valle del Panaro si propone, nello stesso week end, di coordinare un’azione di pulizia del greto del fiume Panaro, nei comuni di Spilamberto e Vignola.
  • Il Ceas Bassa Romagna – Casa Monti organizza -per domenica 15 maggio– una mattinata di pulizia di spazi urbani, con la partecipazione di Plastic Free Odv onlus, sezione di Ravenna.
    Qui la locandina dell’evento e maggiori info per partecipare.
  • Ulteriori azioni ed iniziative #Plastic-freER da parte della Rete di Educazione alla Sostenibilità saranno programmate nel corso dei mesi successivi. Qui un primo elenco, che sarà costantemente aggiornato.

    4 e 5 Giugno

    • Il Ceas Geol@b Aps organizza due iniziative:
      sabato 4 giugno un’intervento di pulizia lungo il fiume Santerno con attività educativa di raccolta di microplastiche (qui la locandina);
      domenica 5 giugno, in occasione della Giornata Mondiale dell’ambiente, una manifestazione con eventi dedicati presso la propria sede, in collaborazione con enti locali, associazioni ambientaliste e altri partner del territorio (qui la locandina).
      #Plastic-freER” nasce in coerenza con Il ‘Piano d’Azione dell’Unione europea per l’economia circolare’, che mira a individuare soluzioni alternative alla produzione e consumo usa e getta della plastica e alla sua dispersione nell’ambiente, e che oltre al riciclo promuove da un lato riduzione, riuso e rigenerazione della materia, dall’altro nuovi modi di produrre e di consumare.

      La campagna si traduce in azioni concrete che coinvolgono la cittadinanza, ma anche dimostrative e di sensibilizzazione e che vede, tra le 15 azioni previste, una campagna educativa a cura della Rete di Educazione alla Sostenibilità coordinata da Arpae