The Job After: competenze e opportunità di crescita per superare le difficoltà della pandemia

0
  • Terza edizione, con nuovo format, del percorso online promosso da Art-Er e On/Of
  • Il 12 maggio evento formativo e talk sui temi dell’Open Innovation Management 

Bologna10 maggio 2021 – Torna “The Job After”, il percorso online di sviluppo di competenze, rivolto a persone in fase di esplorazione imprenditoriale, crescita professionale o instabilità lavorativa a seguito della pandemia. Nato come corso online durante il lockdown, è diventato un format divulgativo e formativo sull’imprenditorialità post-emergenza.

Nella terza edizione, agli ideatori On/Off e ART-ER Spazi Area S3 di Parma, si sono affiancati in qualità di partner Impact Hub Reggio Emilia e Camera di commercio di Parma. Ogni modulo formativo sarà seguito da un talk aperto e in diretta streaming con esperti di rilievo nazionale, che dialogheranno su temi come l’imprenditoria a impatto sociale, l’open innovation, il community engagement e la proprietà intellettuale delle idee.

Mercoledì 12 maggio è in programma un doppio appuntamento dedicato alla gestione dell’open innovation.

Alle 17.00 si inizia con la formazione a cura di Piergiorgio Iacobelli, Community manager della piattaforma Open Innovation EROI. Oltre alle riflessioni su come fare innovazione aperta, sarà presentato un  caso concreto di sfida e soluzione nato all’interno della piattaforma.

“Con EROI cerchiamo di aggregare in una community digitale, pubblica e gratuita tutte le persone interessate al concetto di “open innovation” come imprenditori, startupper, ricercatori, docenti, liberi professionisti ma anche manager e dipendenti di organizzazioni pubbliche e private – dichiara Piergiorgio Iacobelli, community manager di EROI, piattaforma di Open Innovation della Regione Emilia Romagna gestita da ART-ER – Sulla piattaforma sono presenti diversi meccanismi di interazione tra gli iscritti, tra cui le sfide di innovazione provano a favorire percorsi di innovazione aperta soprattutto tra le piccole e medie imprese. Nel corso dell’evento formativo, avremo l’occasione di conoscere da vicino un caso concreto e dialogare con sfidante e solver”.

Alle 18.00, si proseguirà con un talk a 4 voci, trasmesso in diretta streaming sulle pagine facebook di Officine On/Off e dei partner, dedicato ad esperienze reali di innovazione aperta da diversi punti di vista. Insieme a Iacobelli, interverranno:

  • Fabio Nalucci, CEO e founder di GELLIFY, prima piattaforma di innovazione B2B che seleziona, fa crescere ed investe in startup innovative ad alto contenuto tecnologico e le connette alle aziende consolidate con l’obiettivo di innovare i loro processi, prodotti e modelli di business.
  • Alessandro Annovi, Open Innovation Manager di CIRFOOD e vicepresidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Unindustria Reggio Emilia con delega all’innovazione e alle startup.
  •  Matteo Colonna, Presidente Ermes-X start-up innovativa incubata dentro a Le Village by CA Parma che permette a PMI e grandi imprese di incrementare la loro produttività riducendo il consumo di risorse e il loro impatto ambientale.

“Se guardiamo alle iniziative regionali sul tema dell’Open Innovation, possiamo riconoscere che Emilia-Romagna e Lombardia siano esempi virtuosi e modelli di riferimento persino per gli altri Paesi – commenta Fabio Nalucci, CEO e Founder GELLIFY – In questi ultimi 5-6 anni vi sono state poi delle evoluzioni in positivo: registriamo più fermento, più voglia di cambiare, di mettersi in discussione a tutti i livelli e in tutti gli ecosistemi. Questa energia in circolo va canalizzata e non dispersa, per evitare che restino solo iniziative di singoli, startupper o manager aziendali, sulle quali vi è un concreto interesse. In GELLIFY crediamo fortemente che le startup possano rappresentare non solo la soluzione a problemi di innovazione delle aziende, ma possano essere anche portatrici di un cambiamento a livello culturale e di leadership e questa visione è parte stessa del nostro DNA”.

“Siamo in un periodo di grande fermento, un fermento positivo che (finalmente) vede le startup come grande opportunità – afferma Alessandro Annovi, Open Innovation Manager di CIRFOOD  – Ci siamo resi conto di quanto sia indispensabile stare al passo con i tempi, e ripensare tutto ciò che fino a ieri credevamo attuale e stabile. Il dinamismo e la capacità di leggere il mercato sono le caratteristiche distintive delle startup di successo, e le aziende sono sempre più consapevoli che al loro interno non si hanno queste caratteristiche; è quindi molto utile un dialogo sempre più costante con le startup in una logica win-win. La strada da fare per ridurre il gap con gli altri paesi comunitari è tanta ma l’anno 2021 credo sia l’anno della svolta per l’Italia”.

COME PARTECIPARE

La partecipazione al percorso è gratuita previa registrazione tramite l’apposito form a questo link: https://bit.ly/thejobafterIII

La formazione sarà erogata tramite una piattaforma di videoconferenza e i talk saranno trasmessi in diretta streaming sui social network di Officine On/Off e ART-ER.

Il percorso è aperto a tutti, in particolar modo a studenti, neo-laureati, ricercatori, imprenditori (consolidati, futuri, emergenti), team, liberi professionisti e disoccupati.

GLI ALTRI APPUNTAMENTI

Giovedì 27 maggio: Community Engagement, con Albert Antonini Mangia, Business Development & Marketing per Alibaba

Mercoledì 9 giugno: La proprietà intellettuale dell’idea, con il Prof. Luigi Mansani, Docente nella Facoltà di Economia dell’Università di Parma e partner dello Studio legale internazionale Hogan Lovells

ART-ER Attrattività Ricerca Territorio è la Società Consortile dell’Emilia-Romagna, con l’obiettivo di favorire la crescita sostenibile della regione attraverso lo sviluppo dell’innovazione e della conoscenza, l’attrattività e l’internazionalizzazione del sistema territoriale.

Insieme per una regione sempre più attrattiva e internazionale. www.art-er.it