Soluzioni tecnologiche innovative per i settori automotive e media-telco grazie alla partnership tra CRIT e Kineton

0
venerdì 08 ottobre 2021

 

La collaborazione è finalizzata a sviluppare nuove applicazioni che spaziano dallo sviluppo e validazione software alla creazione di progetti per media, IT e Telco basati su connettività, automazione, realtà aumentata e molto altro. 

 a cura di Fran

MODENA, 08 OTTOBRE 2021 – Sviluppare soluzioni tecnologiche innovative per i settori automotive, media e telecomunicazioni in un unico progetto multidisciplinare, basato su competenze hi-tech di alto livello e sull’attenzione costante e personalizzata per ciascun cliente. Sono questi gli ambiziosi obiettivi alla base della partnership avviata tra CRIT e Kineton, aziende italiane che fanno dell’eccellenza tecnologica e dell’integrazione tra competenze ingegneristiche d’avanguardia le chiavi del proprio successo in ambito nazionale ed internazionale.

CRIT è il centro di ricerca modenese che supporta le imprese nei percorsi di innovazione di processo e di prodotto, sviluppando progetti qualificati per il trasferimento di conoscenze tecnologiche: tra i progetti più recenti e rilevanti è d’obbligo citare la supervisione del Motor Valley Accelerator, l’incubatore di startup del settore automotive che sta prendendo forma in terra emilianaKineton, strutturata nelle tre sedi operative di Napoli, Torino e Milano, è specializzata nello sviluppo di software embedded applicato a diversi ambiti industriali, quali automotive, media ed aerospace. L’azienda, in scia ai nuovi trend tecnologici e di mercato ha unito le proprie competenze Media e Automotive per il mercato delle vetture intelligenti, depositando il marchio IoCars, mettendo in risalto la conoscenza profonda del tema esplicata nella  progettazione, sviluppo e validazione di funzionalità di In-Vehicle Infotainment e di telematica. Kineton, inoltre, vista l’importanza fondamentale dei dati ha contribuito alla nascita di Kebula: una data enabling company, spin off di UNISA, per esser presente ed affrontare le nuove sfide del mercato.

La partnership tra CRIT e Kineton è finalizzata a sviluppare nuove applicazioni che spaziano dallo sviluppo e validazione software alla creazione di progetti per automotive media, IT e telco basati su connettività, automazione, data enabling e molto altro. Il primo step della collaborazione avviata tra questi due centri di eccellenza tecnologica si concretizza con l’adesione di Kineton al Network dei Fornitori Accreditati di CRIT, inaugurando così un proficuo scambio di competenze nei rispettivi settori di operatività ed avviando contatti con altre realtà innovative italiane per continuare i processi di miglioramento e crescita interna.

“L’ingresso di Kineton nella nostra rete di fornitori accreditati consentirà alla nostra struttura, ed alle aziende nostre socie, di elevare il livello di expertise nel settore automotive. Le competenze acquisite dal gruppo di lavoro di Kineton consentono di seguire tutte le fasi del ciclo di vita del software, dallo sviluppo al testing e validazione necessarie a garantire una qualità adeguata agli standard posti dal settore, incluse tutte le tecniche di verifica (testing) di unità di controllo elettronico” commenta Marco Baracchi, General Manager di CRIT.

“Partecipare al network del CRIT è, per noi, un gran valore aggiunto” afferma Giovanni Azzarà, EVP Sales di Kineton. “Il contributo che il network può dare, in termini di innovazioni tecnologiche, ad un’azienda come la nostra votata all’innovazione su diverse industrie, sarà strategico. Riteniamo che la natura del CRIT aiuti la creazione di un ecosistema di competenze ed eccellenze che possano trarre ed apportare contributi fondamentali alla crescita delle singole consociate e dell’intero ecosistema, una reale innovazione collaborativa che spero ci veda protagonisti”.

CRIT è una società privata con sede a Vignola nata nel 2000, specializzata nella consulenza tecnico-scientifica ad alto livello: grazie ad uno staff composto da Ingegneri e laureati in materie tecniche, supporta le imprese nei processi di innovazione di processo e di prodotto, favorendo il trasferimento di conoscenze tecnologiche tra le aziende socie, tra le quali figurano i nomi principali dell’eccellenza tecnologica italiana (con particolare riferimento all’Emilia-Romagna) ed internazionale. I soci di CRIT sono esclusivamente aziende, molte delle quali leader mondiali nei rispettivi settori, tra cui: Alstom, Beghelli, Datalogic, Ferrari Spa, System Ceramics, Technogym, Sacmi e Tetra Pak. Partendo dal confronto su temi di interesse condiviso vengono organizzati scambi di best practices e benchmarking specifici, da cui scaturiscono soluzioni tecniche, gestionali ed organizzative. CRIT partecipa a importanti circuiti nazionali e internazionali dell’innovazione, tra cui EFFRA (European Factories of the Future Research Association), SPIRE (Sustainable Process Industry through Resource and Energy Efficiency) e la Rete Alta Tecnologia dell’Emilia-Romagna.

Kineton: fondata nel 2017 come startup innovativa da un gruppo di dieci professionisti specializzati nel campo dell’automazione e sviluppo software, Kineton è una PMI che offre servizi di ingegneria all’avanguardia. A pochi anni dalla sua fondazione vanta al suo attivo oltre 400 dipendenti dislocati nelle sedi di Napoli, Torino e Milano (ed a breve anche nella Motor Valley) ed è specializzata nei settori tecnologici automotive e media-telco, offrendo un servizio professionale di qualità, con un’attenzione costante e personalizzata a ciascun cliente. L’azienda ha sviluppato competenze specifiche nei settori automotive e Media Entertainment, gestendo sviluppo e validazione del software per la stragrande maggioranza degli OEM e Tier 1 automotive italiani ed esteri, prendendo parte al progetto di trasformazione digitale della televisione italiana contribuendo allo sviluppo dello standard HbbTV, ed alla gestione delle nuove forme di pubblicità sul grande e piccolo schermo. Kineton vanta inoltre competenze innovative anche nel campo dei dati e dell’intelligenza artificiale, tecnologie che guardano al futuro, sempre più fondamentali e centrali nei settori industriali in cui opera l’azienda.