Reggio Emilia
di, Vanni Zagnoli
Dal Mapei Stadium, il convegno su generazione S, ovvero le giovanilissime, del Sassuolo, il reclutamento, che tanto fa arrabbiare i tifosi della Reggiana. Un gruppo di ultras si chiama Face Regia e da 6 anni trasmette su youtube una volta la settimana in diretta e a volte su Teletricolore, poi Medianews, oggi è sul canale 99. “Tempo 20 anni – dicono Gabriele Miari, speaker della Reggiana e 4 amici, Olmi, Cavaz, Cerri e bomber – e nessun ragazzino tiferà più per la Regia, la Mapei ci ha cannibalizzato”.
Vecchia storia. I tifosi granata più accesi avrebbero voluto che la famiglia Squinzi non comprasse all’asta per 4 milioni lo stadio città del Tricolore, ex Giglio, e tuttora vorrebbero che lo regalassero alla Reggiana e che qui ci giocasse solo la squadra di Aimo Diana, che vive le 3 migliori stagioni dal ’98 a oggi. “Il Sassuolo poteva allargare lo stadio Enzo Ricci, avrebbe raccolto molti più tifosi nel distretto delle ceramiche e dalla provincia di Modena”. E magari anche dai paesi reggiani di confine.
La risposta arriva assaporando almeno due volte al mese, come facciamo, il mondo Mapei, ovvero il Sassuolo, con strutture da Champions league. Quest’anno la squadra di Alessio Dionisi è 10^ a pari merito con il Torino, qui il pensiero della famiglia Squinzi, Veronica e Marco, figli di Giorgio, è proprio la Champions. E’ quasi impossibile, solo perchè mancano i tifosi e perchè la proprietà non fa follie. Magari, chissà, in futuro, un altro 7° posto, come con Eusebio di Francesco, nel 2016.
Qui è tutto perfetto, lo raccontano dal palco con Marco Nosotti di Sky anche l’allenatore femminile, Giampietro Piovani, il tecnico della primavera Emiliano Bigica e il capo del settore giovanile Francesco Palmieri, altro ex ottimo giocatore, bomber in provincia e alla Sampdoria, e poi i dirigenti, Andrea Fabris e Alessandro Terzi, stadio e femminile, i baby prodigio Benedetta Orsi e Giacomo Raspadori, lei pure già in nazionale, in campo nell’Algarve cup, gran trofeo muliebre.
Qui si mixano serietà ed eleganza, il marketing di Mastergroup e l’ufficio stampa, la promozione e il proselitismo. E’ un privilegio, per Reggio, avere la serie A, qui, anzichè, chessò, nel Milanese o a Varese, dove ha sedi la Mapei.
Qui c’è il meglio, anche del mercato. Non solo Scamacca e Berardi, anche Frattesi, Maxime Lopez. Il Sassuolo disputerà la sua decima serie A e consecutiva, può resistere sino al 2050, non scherziamo. E Giovanni Carnevali per restare ad ha detto no a grandi club.