RAVENNA🧩La Màquina Parlante,Una sofisticata performance a manovella, dei 78 giri in vinile

0

Ravenna, Palazzo Rasponi dalleTeste

 

Alle 22.00 (da non perdere)

Una sofisticata performance che mixa le tecnologie più innovative all’antica tradizione dei grammofoni a manovella e dei 78 giri, antesignani del vinile

 

 

di Elisabetta Fusconi

Da non perdere a Palazzo Rasponi dalleTeste La MĂ quina Parlante alle 22 una performance unica, dove tradizione e modernitĂ  si intersecano magicamente dando vita a un sound inedito e originale. La MĂ quina Parlante, performance musicale ideata da Matteo Scaioli, eclettico strumentista, compositore e produttore di Ravenna, consiste in un progetto che unisce la tecnologia piĂą avanzata – mixer e delay – a quella piĂą antica – grammofono (su prenotazione: www.turismo.ra.it).

L’artista Matteo Scaioli ce ne restituisce il graffio e l’imperfezione, creando
un’atmosfera unica per una live experience memorabile che accompagna il
pubblico in un viaggio nella storia della musica.
Una performance unica, dove tradizione e modernitĂ  si intersecano
magicamente dando vita a un sound inedito e originale. La MĂ quina
Parlante, performance musicale ideata da Matteo Scaioli, eclettico
strumentista, compositore e produttore di Ravenna, consiste in un progetto che unisce la tecnologia piĂą avanzata – mixer e delay – a quella piĂą antica -grammofono a manovella di vari tipi.

Il nome La Màquina Parlante è ispirato a un poster degli anni ’20 sul quale era rappresentato un grammofono con la scritta La perfetta macchina parlante

Grazie a un vasto lavoro di ricerca e recupero materiali attraverso mercatini e
selezionati negozi musicali, Matteo Scaioli ha dato vita a una collezione di 78
giri provenienti da tutto il mondo. Si tratta spesso di vere e proprie “rarità”: bsides, edizioni particolari, incisioni uniche. Spesso Matteo Scaioli ha acquisito
direttamente le “collezioni di famiglia”, ossia repertori musicali dotati di una
loro coerenza interna data dal gusto dell’ex-proprietario, mentre un’altra parte
importante della collezione (circa 600 pezzi) proviene da Londra, dove è stata
acquistata una intera collezione di 78 giri appartenuta a un vecchio
appassionato di jazz che per tutta la vita ha raccolto dischi in bachelite e vinili.
Con il suo live, Matteo Scaioli ci trasporta in altre atmosfere, in un viaggio nel
tempo che spazia dalle melodie dei primi anni ’30 agli ultimi 78 giri
degli anni ’50.

Il Dj set ci restituisce il graffio e l’imperfezione tipici del grammofono a manovella creando un’atmosfera calda e unica che incanta il pubblico

durante tutto l’arco della performance (da un minimo di 60 a un massimo di 180
minuti). La parte piĂą ampia del repertorio de La Maquina Parlante riprende la
produzione americana degli anni ’40 e ’50, dalle curiose evoluzioni del jazz fino
alle esecuzioni piĂą orchestrali di swing, fox trot e mambo.


Arricchiscono il repertorio incursioni negli anni ultimi anni’20 e ’30, non solo nel panorama americano, ma anche italiano ed europeo.

Tra i grandi nomi, Nat King Cole, Louis Armstrong, Duke Ellington ed Ella Fitzgerald proposti in pubblicazioni rare e ancor piĂą affascinanti per l’ascoltatore. Il senso di una raffinatissima ricerca personale pervade l’intera performance di Matteo Scaioli, che presenta anche una selezione originale di pezzi italiani degli anni ’50 in grado di descrivere un Paese che andava cambiando velocemente.
La Màquina Parlante è stata presentata in numerose location prestigiose, tra
cui il Genesi Festival di Bologna, alla Molo Street Parade di Rimini e – all’estero
in Qatar, Sri Lanka e Svizzera (FĂŞtes de Geneve, Audi-o-Rama di Verbier).