martedì, 9 Agosto, 2022
Home PRIMOPIANO CRONACA | PrimoPiano.net OGGI CITTÀ DI PALERMO, FEMMINE CON LA RECORDER FEMMINILE e MASCHI, CASH...

OGGI CITTÀ DI PALERMO, FEMMINE CON LA RECORDER FEMMINILE e MASCHI, CASH MAKER VS CARONTE TREBÌ

0

OGGI CITTÀ DI PALERMO FEMMINE CON LA RECORDER FEMMINILE CARAMEL CLUB, L’ANALISI UNA AD UNA IL PRONO E LE QUOTE DI AMARIO

di Mario Alderici

Città di Palermo Femmine nobilitato dalla presenza della recorder femminile della generazione sia sul miglio sia sul doppio km Caramel Club (4) che non corre da un mese e mezzo ma ha lavorato bene e se non si fa tradire dal carattere dovrebbe far valere uno spessore diverso. Parte molto forte ed è al top della forma Cherie Vit (3) che in avanti può tentare di fare lo sgambetto alla favorita. Tutte al salto di categoria le altre tra le quali la più che intriga è la più vincente della generazione (già 14 successi) Criss Cross (1) che però rientra dopo un infortunio in paddock e un indolenzimento agli arti ma ha lavorato bene. Corrono queste 3 per la vittoria; le altre per le piazze; a schema favorevole entrerebbero in partita Carabela (2) che parte molto forte e, dopo essere stata curata per degli esami sballati, ha lavorato bene e Clara Risaia Trgf (5) al top della forma. La veloce Celeste Dante (6) cercherà la corda. La seconda fila nella categoria sacrifica Cybelle Font (8). Crab Wise As (7) ha vinto solo una volta.

PRONO: 4 – 3 – 1    

  1. Criss Cross G. Lo Verde
  2. Carabela A. Di Chiara
  3. Cherie Vit V. Luongo
  4. Caramel Club A. Gocciadoro
  5. Clara Risaia Trgf N. Cintura
  6. Celeste Dante G. Amitrano
  7. Crab Wise As S. Cintura Jr.
  8. Cybelle Font G. Porzio Jr.

CRISS CROSS (Gaspare Lo Verde) – Piuttosto veloce in partenza, al rientro, regolare, ha colto il proprio record di 1.13.1 a giugno seconda sferrata agli anteriori battuta nel finale dopo aver ottenuto strada nel lancio in 13.5; ha vinto 14 volte su 24, l’ultima alla quartultima in 1.16.1 sul doppio km nel preferito assetto senza ferri davanti finendo in crescendo dopo percorso manovrato e usufruendo dell’errore del leader; resta su due posti d’onore, all’ultima battuta in retta dopo aver ottenuto strada dopo mezzo giro. E’ la più vincente della generazione con già 14 successi, al salto di categoria e al rientro dopo un infortunio in paddock e un indolenzimento agli arti, ha lavorato bene, sulla linea migliore potrebbe fare il colpaccio.
Terza favorita. Quota: 4,00

CARABELA (Alessio Di Chiara) – Molto veloce in partenza, ha colto il proprio record di 1.13.6 a settembre quarta calando in retta dopo aver seguito i primi in corda; ha vinto 7 volte, l’ultima alla penultima in 1.16.6 a Siracusa da leader con lancio in 14.3 e seconda parte di gara in un minuto, la volta dopo un “np” cedendo al mezzo giro finale dopo mezzomiglio allo scoperto. Parte molto forte, è stata curata per degli esami sballati ed è piaciuta in lavoro, in posizione da sparo se la gioca bene.
Sorpresa. Quota: 100,00

CHERIE VIT (Vincenzo Luongo)– Molto veloce in partenza, ha vinto 7 volte, la terzultima a dicembre in 1.16.6 a Bologna da leader con lancio in 15.7 e km finale in 1.15 con 600 conclusivi in 44.3; a febbraio un terzo finendo in crescendo dopo percorso manovrato, poi un quarto nell’Etruria Femmine in quota nel mezzomiglio finale esterno, 2  terzi, nello Stabile Femmine finendo in leggero crescendo dal gruppo nel km conclusivo esterno, nell’Italia Femmine in quota in percorso manovrato, un “np” nell’Elwood Medium Femmine accusando ai 600 finali l’impegno esterno, un terzo finendo in leggero crescendo dalla scia dei primi, nel Campionato Femminile 3 anni un errore sulla prima curva quando era nel gruppo al largo, un quinto nel Marche Femmine in quota nel giro finale esterno, un terzo in una batteria Oaks in quota in percorso esterno, infine un “np” accusando in retta l’impegno allo scoperto, nel Mangelli Filly un errore sulla prima curva quando era nel gruppo al largo, infine due successi, il primo al proprio record di 1.12.6 mandando via dopo il lancio in 13 per tornare a prevalere con seconda parte di gara in 57.6, il secondo in 1.16 sul doppio km da leader con mezzo giro iniziale in 37.6 e mezzomiglio finale in 59.2 con ultimo quarto in 29. Al top della forma, può andare davanti e vendere carissima la pelle.
Controfavorita. Quota: 2,50

CARAMEL CLUB (Alessandro Gocciadoro)– Piuttosto veloce in partenza, caratteriale e nevrile, migliorata di meccanica, dotata di gran cambio di marcia, ha vinto 6 volte, l’anno scorso al debutto in 1.16.7 finendo bene nei 600 conclusivi in 43.8, poi in 1.14.4 a Milano finendo in crescendo dal gruppo con seconda parte di gara cronometrata privatamente in 57.5, nel Criterium Maremmano Femmine in 1.13.3 ottenendo strada nel lancio in 13.8 per allungare con 600 finali in 42.7 con arrivo in 14.1, nella batteria Anact Femmine in 1.15.9 ottenendo strada dopo un quarto in 28.2 per allungare con 600 finali in 43.4 facili, in finale in 1.14.2 finendo in crescendo nei 600 conclusivi in 44.1 dopo aver ottenuto strada nel lancio in 13 e aver mandato dopo 600 in 44.1; ad aprile al rientro nel Giovanardi un errore al via, poi al rientro un quarto nel Nazionale al proprio record italiano di 1.12.6 sul doppio km sferata agli anteriori finendo in leggero crescendo dopo impegno esterno, un successo in un gruppo 3 in Francia al proprio record di 1.11.1 ottenendo strada, un deludente “np” per problemi respiratori nel Marangoni cedendo sulla curva finale dopo un km esterno, nelle Oaks un errore al via inseguendo platonicamente bene con un km intermedio che ho cronometrato in 1.10.1, un terzo in una batteria del Mangelli calando in retta dopo aver ottenuto strada nel lancio in 13.4, infine in finale un quarto in quota in percorso esterno. Recorder femminile della generazione sia sul miglio sia sul doppio km, non corre da un mese e mezzo ma ha lavorato bene, se non si fa tradire dal carattere dovrebbe farcela.
Favorita. Quota: 1,40

CLARA RISAIA TRGF (Natale Cintura) – Piuttosto veloce in partenza, ha colto il proprio record di 1.12.8 a settembre terza a Siracusa sferrata agli anteriori finendo in leggero crescndo dal gruppo; ha vinto 5 volte, 4 nell’annata, la penultima alla quartultima in 1.16.5 sul doppio km a Siracusa sferrata agli anteriori finendo in crescendo dalla scia del leader, all’ultima in 1.14.6 a Siracusa senza ferri davanti ottenendo strada nel lancio in 13.5 per allungare con seconda parte di gara in 58.9. Al top della forma, ci sta.
Grossa sorpresa. Quota: 150,00

CELESTE DANTE (Gennaro Amitrano) – Veloce in partenza, ha colto il proprio record di 1.13.9 a giugno vincendo sferrata da leader con quarto iniziale in 28.9 e 600 finali in 43.3; ha vinto 4 volte, l’ultima (dopo un errore  al via) alla penultima in 1.14.3 tirando via a parziali invertiti dopo il quarto iniziale in 29.1, la volta dopo un posto d’onore finendo in crescendo dal gruppo nel km conclusivo esterno. Rapida e in ordine, può piazzarsi.
Difficile. Quota: 200,00

CRAB WISE AS (Salvatore Cintura) – Piuttosto veloce in partenza, ha colto il proprio record di 1.14.5 a marzo seconda a Milano finendo in crescendo dalla scia dei primi in una corsa a parziali invertiti; ha vinto una volta a giugno in 1.15.8 in percorso esterno con progressione nella seconda parte di gara allo scoperto in 1.00.2; resta su un terzo finendo in crescendo dal gruppo. Ha vinto solo una volta.
Outsider. Quota: 300,00

CYBELLE FONT (Giuseppe Porzio) – Piuttosto veloce in partenza, ha colto il proprio record di 1.14.5 ad aprile seconda a Siracusa finendo in leggero crescendo dalla scia del leader; ha vinto 2 volte, la seconda a settembre in 1.18.5 a Siracusa finendo in crescendo dalla scia dei primi; resta su un terzo in quota in percorso manovrato. La seconda fila nella categoria la sacrifica.
Molto difficile. Quota: 250,00

CITTÀ DI PALERMO MASCHI, CASH MAKER VS CARONTE TREBÌ MA ATTENZIONE A CHRONO EK, L’ANALISI UNO AD UNO, IL PRONO E LE QUOTE DI AMARIO

di Mario Alderici

Città di Palermo Maschi tra i quali quasi tutti al salto di categoria o soggetti che quando hanno provato a questi livelli non hanno preso nulla. Fa eccezione il vincitore del Regione Liguria Cash Maker (4) che è svelto, duttile ed è molto piaciuto nella nuova impostazione senza freno. Di quelli al salto di categoria il più che intriga è il recorder della generazione in Italia Caronte Trebì (3) che è caratteriale ma parte molto forte, ha carta di 10 successi in 14 uscite, dopo un infortunio con infiammazione a un legamento è stato portato al mare e curato ed è rientrato vincendo bene anche se non era al top. La chance da favorito di Cash Maker è rafforzata da quella personale del veloce Chrono Ek (5) che è in forma e ha lavorato bene. Di fatto corrono questi 3, tra gli altri resta su una bella vittoria che lo mette bene in corsa Corsaronero Font (2). Partono molto forte ma sono al largo Candido Jet (6) e Carlino Wise L (7) che è stato curato dopo un’infiammazione respiratoria. Lo specialista della pista Cante Chico (1) tenta un improbabile salto di categoria.

PRONO: 4 – 3 – 5

  1. Cante Chico A. Di Chiara
  2. Corsaronero Font A. Pecoraro
  3. Caronte Trebì G. Lo Verde
  4. Cash Maker A. Gocciadoro
  5. Chrono Ek Gp. Minnucci
  6. Candido Jet S. Cintura Jr.
  7. Carlino Wise L M. Zanca

CANTE CHICO (Alessio Di Chiara) – Piuttosto lento in partenza, ha vinto 5 volte sempre sulla preferita pista di Palermo, la penultima ad agosto al proprio record di 1.14.8 passando sulla curva finale dopo impegno esterno, a settembre in 1.15.9 sferrato agli anteriori finendo in crescendo dopo percorso esterno; resta su un quarto finendo in crescendo dal gruppo nel mezzo giro conclusivo esterno. Specialista della pista a un improbabile salto di categoria.
Outsider. Quota: 300,00

CORSARONERO FONT (Antonio Pecoraro) – Piuttosto veloce in partenza, ha vinto 4 volte, l’anno scorso in 1.16 ottenendo strada dopo un quarto in 29.9 per allungare con 600 finali in 44.7, sempre l’anno scorso in 1.19 sulla pista tradizionale di Montegiorgio nel preferito percorso in avanti con lancio in 15 e 600 finali in 45.7, ad aprile al proprio record di 1.13.4 finendo in crescendo dal gruppo, all’ultima in 1.15 a Bologna sferrato agli anteriori finendo in crescendo dal gruppo nei 600 conclusivi esterni in 44.6. Tornato in forma, ci sta bene.
Sorpresa. Quota: 4,00

CARONTE TREBI’ (Gaspare Lo Verde) – Molto veloce in partenza, regolare, caratteriale, ha vinto 10 volte su 14, le ultime due consecutive, la prima al proprio record di 1.11.3 a Siracusa in avanti scambiando con un avversario dopo il lancio in 13.1 per allungare con quarto finale in 27.7, la seconda al rientro in 1.14.3 sul doppio km passando sulla penultima curva dopo impegno esterno. Recorder della generazione in Italia al salto di categoria, è caratteriale ma va forte, dopo un infortunio con infiammazione a un legamento è stato portato al mare e curato ed è rientrato vincendo bene anche se non era al top, può farcela.
Controfavorito. Quota: 2,50

CASH MAKER (Alessandro Gocciadoro) – Veloce in partenza, duttile, ha vinto 6 volte, la penultima a marzo in 1.14 passando dopo un km esterno per allungare con seconda parte di gara in 57.9 (28.5 l’ultimo quarto), poi la trasferta estera con a giugno un quarto al proprio record di 1.12 in quota in percorso esterno, un “np” in un gruppo 2 accusando in retta l’impegno allo scoperto, nella batteria del Derby un successo in 1.15.4 sul doppio km sferrato agli anteriori da leader con lancio in 15.4 e 600 finali in 42.3, in finale un errore sulla curva iniziale quando seguiva in corda i primi rimettendosi ma cedendo sulla penultima piegata, un quinto in una batteria del Mangelli al proprio record italiano di 1.13.3 calando in retta dopo aver mandato via nel lancio in 13.4, in finale un “np” in percorso esterno, infine un successo nel Regione Liguria in 1.14.5 sul dopio km sferrato agli anteriori passando al mezzo giro finale dopo impegno esterno. Rapido e duttile, piaciuto senza freno, può farcela.
Favorito. Quota: 1,40

CHRONO EK (Giampaolo Minnucci) – Veloce in partenza, ha colto il proprio record di 1.13.2 alla quartultima secondo a Bologna perdendo leggermente contatto dal leader nei 600 finali in 42.1; ha vinto 6 volte, 5 nell’annata, la terzultima a febbraio in 1.17.8 sul doppio km andando davanti nel quarto iniziale con i nastri in 32.7 per allungare con 600 finali in 43.2, a marzo in 1.13.4 a Bologna da leader con lancio in 14.8 e km finale in 1.11.6 facili, alla penultima eguagliando il proprio record di 1.13.2 nel preferito percorso in avanti con lancio in 13.4 e seconda parte di gara in 56.8, la volta dopo un errore al via nel Regione Liguria. Quando ha provato a questi livelli non ha preso nulla ma ha lavorato bene, è rapido e in forma, può farcela.
Terzo incomodo. Quota: Scud. (3,00)

CANDIDO JET (Salvatore Cintura) – Molto veloce in partenza, ha colto il proprio record di 1.14.2 ad agosto secondo a Padova finendo in crescendo dalla scia dei primi e lo ha eguagliato a settembre secondo finendo in crescendo dopo impegno esterno; ha vinto 4 volte, 3 nell’annata, l’ultima alla penultima in 1.14.6 sferrato da leader con il quarto iniziale e quello finale in 28.6 (58.8 la seconda parte di gara), la volta dopo un errore al via. Al salto di categoria sulle ali della crescita, ci sta.
Grossa sorpresa. Quota: 30,00

CARLINO WISE L (Massimo Zanca) – Molto veloce in partenza, non sempre affidabile, ha colto il proprio record di 1.12.1 a settembre secondo a Siracusa seguendo in quota il leader; ha vinto 6 volte, l’ultima a ottobre in 1.17.9 sul doppio km nel preferito assetto sferrato agli anteriori ottenendo strada dopo un quarto con i nastri in 32.6 per mandare via e tornare a prevalere con mezzomiglio finale in 1.00.5; resta su un “np” calando sulla penultima curva dopo essere passato dopo un km esterno. E’ stato curato dopo un’infiammazione respiratoria, se non sbaglia può piazzarsi.
Difficile. Quota: 250,00