Specie selezionate per resistere ai mutamenti climatici

Prosegue collaborazione con Legambiente e GEV

CARPI, 20 Gennaio 2022 – Una nuova area verde sta sorgendo a Fossoli, fra le vie Mare del Nord e via Budrione Migliarina Est: un boschetto di quasi tremila metri quadri, con oltre trecento esemplari tra piante, alberi e arbusti di varie specie, autoctone e naturalizzate.

Fra le novità di questo ulteriore spazio verde il fatto che sarà dotato di un impianto irriguo dedicato, che annaffia cioè le singole alberature, lquali son state selezionate per la capacità di sopportare i cambiamenti climatici in modo adeguato, variando le specie vicine in modo da limitare la possibilità di diffusione di patologie.

Tra quelle piantumate in questi giorni vi sono l’acero, il bagolaroil gelso comune e il gelso nero, il pioppo nero, il salice comune, il ciliegio, il pero comune, il sorbo, l’olmo siberiano, la quercia e il cerro; tra gli arbusti il corniolo, il nocciolo, la fusaggine, la frangola, il ligustro, la rosa canina, il salice cinereo, il viburno e altre essenze rustiche.

Di un altro boschetto, quello situato tra via dell’Industria e via Nuova Ponente, si parlato in un incontro fra Assessorato al Verde, Legambiente, Coop Alleanza 3.0 e le Guardie Ecologiche Volontarie (GEV) che si dedicano con abnegazione all’irrigazione manuale di quello spazio: « Un servizio attivato un anno fa in collaborazione con Legambiente, grazial contributo che l’associazione riceve Coop Alleanza 3.0  » spiega l’assessore al Patrimonio Verde Andrea Artioli« Non avendo quell’area boschiva un impianto dedicato per i singoli alberi, si rende necessaria l’irrigazione manuale. Ringrazio le Gev perché stanno facendo un ottimo lavoro, l’incontro è servito per fare il punto su questa collaborazione mirata a gestire e mantenere le aree di forestazione urbana nella città. Visti gli ottimi risultati, l’intenzione è di proseguire questa collaborazione anche in futuro. »