Musica, i 40 anni ‘suonati’ del Bologna Festival: partenza sul web con le rassegne

0
img. di www.bolognafestival.it Bologna Festival | Musica Classica
img. di www.bolognafestival.it Bologna Festival | Musica Classica
venerdì, 2 aprile 2021
L’assessore Felicori: “Festival coraggioso e rivoluzionario”. Una pubblicazione celebrativa, le conversazioni-concerto, la programmazione per i più piccoli

Musica, Grandi Interpreti, pianista Andras Schiff“Quarant’anni suonati” a tutti gli effetti. Torna il Bologna Festival, in un anniversario importante, le sue prestigiose rassegne musicali: Grandi interpreti, Talenti, Il Nuovo e l’Antico, in programma tra maggio e dicembre, ma anche con una pubblicazione celebrativa, le conversazioni-concerto, la programmazione per i più piccoli.

Da Isabelle Faust, a Rinaldo Alessandrini e il Concerto Italiano,dalla Mahler Chamber Orchestra e Yuja Wang, fino alla Chamber Orchestra of Europe, con il pianista András Schiff, sono numerosi gli interpreti di rilevo che calcheranno i palchi del Teatro Manzoni di Bologna e del Teatro delle Celebrazioni, ma anche i giovani talenti e i protagonisti del Nuovo e l’Antico che si esibiranno in chiese e cortili della città.

E’ la scommessa di Maddalena da Lisca, sovrintendente di Bologna Festival che, nonostante l’incertezza dovuta alla pandemia, conta sull’accelerazione della campagna vaccinale per dare spazio, a partire da maggio, alla musica dal vivo. Il festival è realizzato con il contributo del Ministero della Cultura, della Regione Emilia-Romagna, del Comune di Bologna e numerosi sponsor privati.

L’iniziativa, che ha preso il via il primo aprile di 40 anni fa,  è stata presentata questa mattina in video conferenza alla presenza dell’assessore regionale alla Cultura Mauro Felicori.

“Bisogna provare a ripartire- ha affermato Maddalena da Lisca, presentando il programma-. Siamo consci della precarietà di ogni previsione futura specie per noi del mondo dello spettacolo, settore che forse più di ogni altro è stato colpito dalla scure del Covid, e siamo pronti a metter mano di nuovo, se sarà necessario, ai nostri concerti e ad affrontare tutte le misure per garantire la massima sicurezza”. La sovrintendente ha sottolineato anche la disponibilità e il supporto delle istituzioni pubbliche in questi anni “non ci siamo mai sentiti soli”.

Alla presentazione anche Matteo Lepore, assessore all’Economia e promozione della Città, Turismo, Relazioni internazionali, Agenda digitale del Comune di Bologna.