Come conquistare l’America con una serie TV. Lo ha scoperto Marco Marchi, patron di Liu Jo, che ha osservato un inaspettato flusso di clienti entrare nella boutique di Taormina, in Italia, mentre negli Stati Uniti si impennavano le ricerche di prodotti del suo marchio. Ricerche esclusivamente online, visto che il brand non è presente nel mercato a stelle e strisce. Almeno fino ad ora, perché l’imprenditore sta pensando di cogliere la palla al balzo e di andare alla scoperta dell’America. Tutto merito di un episodio fortunatissimo di product placement.

La forza del product placement

Tutto nasce grazie alla miniserie americana The White Lotus (in Italia visibile su Sky), girata a Taormina e premiata con due Golden Globe a Los Angeles. Alcune scene sono state girate nello store che il marchio carpigiano ha in corso Umberto nella città siciliana. Girate nel vero senso della parola, visto che la boutique è stata utilizzata come un vero e proprio set e non è protagonista delle immagini in modo sporadico.

 

 

Alla conquista degli USA

“Non solo le vendite a Taormina hanno preso il volo, ma molti americani cercano le collezioni Liu Jo che però, negli USA, non sono acquistabili” racconta Marco Marchi al Corriere della Sera. L’imprenditore carpigiano sta pensando di prendere lo slancio offertogli da questa inaspettata opportunità per approcciare il mercato USA. “Finora ci siamo tenuti lontano dagli Stati Uniti perché per il nostro tipo di prodotto la concorrenza è massima. Ma oggi – spiega lo stesso Marchi – stiamo seriamente valutando questo tipo d’investimento”. (mv)

Nella foto, uno screenshot tratto dalla serie The White Lotus