IPPICA BOLOGNA – OGGI il CONTINENTALE CON BEPI BI IN POLE, L’ANALISI

0
Alessandro Gocciadoro
Alessandro Gocciadoro
26 settembre 2021

CONTINENTALE CON BEPI BI IN POLE, L’ANALISI UNO AD UNO, IL PRONO E LE QUOTE DI AMARIO

di Mario Alderici

Domenica ore 14.30, giornata del Continentale a Bologna che non dovrebbe sfuggire alla regola statistica che dice che il Continentale è vinto da un numero basso; grosse chance per i primi 4 dello schieramento con partenza che avrà molta rilevanza. Alessandro Gocciadoro cercherà di aggiudicarselo per la quarta volta consecutiva (sempre con il numero 1) in sulky in corda al veloce Bepi Bi (1) che, pur non al top e un po’ grassottello, è rientrato vincendo a Follonica eguagliando il record della generazione sul doppio km sulle piste italiane pur arrivando un filo lungo ma con i ferri posteriori mentre domenica sarà scalzo e merita il ruolo di favorito. Dal centro dello schieramento parte molto forte Bonjovi Mmg (4) che è uno specialista della pista piccola, ha lavorato bene apparendo bello di andatura e che nell’amato percorso in avanti diventerebbe il cavallo da battere. Tra i due altri due soggetti regolarissimi, entrambi mai fuori dal marcatore in carriera, la più ricca femmina italiana della generazione Blackflash Bar (2) che non corre da quasi due mesi ma che da fresca rende al meglio ed è svelta e il plurivincitore classico francese Hooker Berry (3) alla prima uscita in pista piccola e che coperto ha 600 metri cattivi. La chance di Bepi Bi è rafforzata da quella personale del velocissimo Bubble Effe (10) rivisto al meglio in Svezia e che può filtrare dalla scia dello svelto Bonjovi. Parte molto forte anche la regolare Bonneville Gifont (5) a segno da leader a Follonica con allo scoperto la regolare Birba Caf (6) e tenendo chiusa nella sua scia la sfortunata Bahamia (11). Da vedere il rientro del regolare Belzebù Jet (12). La seconda fila non aiuta Billy Idol Jet (8) che però è stato sfortunato di recente apparendo in forma. La pista piccola penalizza Betta Zack (7) e Brillant Ferm (9).

bepi-bi - n.1
     bepi-bi – n.1

PRONO: 1 – 4 – 2

  1. Bepi Bi A. Gocciadoro
  2. Blackflash Bar Santo Mollo
  3. Hooker Berry J. Verbeeck
  4. Bonjovi Mmg Gp. Minnucci
  5. Bonneville Gifont W. Paal
  6. Birba Caf E. Bellei
  7. Betta Zack D. Nuti
  8. Billy Idol Jet Max Castaldo
  9. Brillant Ferm A. Farolfi
  10. Bubble Effe M. Stefani
  11. Bahamia Fed. Esposito
  12. Belzebù Jet V. Luongo

BEPI BI (Alessandro Gocciadoro)– Veloce in partenza, regolare, ha vinto 11 volte su 18, l’anno scorso la sestultima in 1.16.2 sul doppio km finendo in crescendo nel km conclusivo in 1.14.4 con ultimo quarto in 29.3 dalla scia del leader, al rientro in 1.13.3 a Bologna da leader con lancio in 14.6 e km conclusivo in 1.12.2 con ultimi 600 in 43, in 1.15.7 sul doppio km a Milano da leader con mezomiglio finale in 57.8, al proprio record italiano di 1.11.5 a Milano sferrato agli anteriori ottenendo strada dopo il lancio in 13.6, in 1.13.5 sul doppio km in percorso allo scoperto con 600 finali in 42.5 e arrivo in 14, poi a ottobre un terzo nel Derby finendo in crescendo dopo impegno esterno, due successi nel Mangelli, in batteria in 1.11.8 ottenendo strada dopo 600 in 42 per allungare con quelli finali in 42.2, in finale in 1.11.7 ottenendo strada dopo il lancio in 13.8 per allungare con 600 finali in 42.1 senza stappare, la trasferta estera con alla terzultima un posto d’onore in un gruppo 2 al proprio record di 1.09.1 nel preferito assetto sferrato in linea con il vincitore in quota nel km finale allo scoperto, la volta dopo a Boden un successo in 1.12.9 senza ferri da leader, infine al rientro un successo nel Città di Follonica Maschi in 1.12.1 sul doppio km ottenendo strada dopo il lancio in 13.3 per allungare con quarto finale in 28.6. Rientrato vincendo eguagliando il record della generazione sul doppio km sulle piste italiane nonostante fosse un po’ grassottello e con i ferri posteriori, domenica sarà scalzo e merita il ruolo di favorito.
Favorito. Quota: 1,90

BLACKFLASH BAR (Santo Mollo)– Veloce in partenza, regolarissima, dotata di ottimo parziale, si adatta ad ogni schema, ha vinto 9 volte su 16, la sestultima nel 2019 in 1.15 a Milano da leader con lancio in 13.6 e seconda parte di gara in 59.1, l’anno scorso in 1.15.3 a Milano in avanti con lancio in 14.3 e 600 finali in 42.5 facili, nell’Etruria Filly in 1.14 sul doppio km sferrata da leader con lancio in 14.2 e 600 finali in 43.9 con arrivo in 14.5 facili, nel Marangoni a tavolino in 1.13.2 sul doppio km sferrata finendo in crescendo dal gruppo nel mezzomiglio conclusivo esterno in 57.7, l’anno scorso nel Giovanardi in 1.14.5 sul doppio km sferrata finendo in crescendo dalla scia dei primi nel miglio conclusivo esterno, poi a ottobre un posto d’onore nel Derby progredendo dalla scia del leader negli ultimi tre quarti di miglio allo scoperto, 2 successi sul doppio km sferrata, il primo al rientro nel Firenze Femmine in 1.13.5 ottenendo strada dopo un quarto in 28.1 per allungare con mezzomiglio finale in 55.8 e quarto conclusivo in 27.5 con arrivo in 13.5, il secondo nel Città di Torino Femmine in 1.13.6 con miglio finale esterno e progressione negli ultimi tre quarti di miglio allo scoperto in 1.26.7 con arrivo in 14.3, un posto d’onore nel Regione Campania Femmine al proprio record di 1.12.8 sul doppio km progredendo dalla scia della leader nel km finale allo scoperto, un quarto nel Triossi calando in retta dopo aver ottenuto strada dopo un quarto in 30.1, infine un successo nel Criterium 4 anni in 1.13 sul doppio km finendo in crescendo nel km conclusivo che ho cronometrato in 1.10.7 dopo impegno esterno. Sempre nel marcatore in carriera, maturata caratterialmente e completatasi fisicamente (molto bella), ha parziali violenti che riesce a piazzare anche più volte nella stessa corsa, è la femmina più ricca della generazione, non corre da quasi due mesi ma da fresca rende bene, può farcela.
Terza favorita. Quota: 5,00

HOOKER BERRY (Jos Verbeeck) – Piuttosto veloce in partenza, alla prima uscita in pista piccola, regolarissimo, ha colto il proprio record di 1.10.6 l’anno scorso vincendo un gruppo 3 finendo in crescendo dalla scia del leader; ha vinto 7 volte (tra le quali due gruppi 2 e tre gruppi 3), l’ultima alla terzultima in un gruppo 3 in 1.12.8 sul doppio km finendo in crescendo dopo impegno esterno; resta su un quarto in un gruppo 1 in quota nel km finale esterno. Plurivincitore classico, alla prima uscita in pista piccola ma è regolarissimo e sempre al palo, coperto ha 600 metri cattivi, se si adatta al mezzomiglio può fare il colpaccio.
Sorpresa. Quota: 5,00

BONJOVI MMG (Giampaolo Minnucci) – Molto veloce in partenza, regolare, ha vinto 12 volte, l’anno scorso la quinta in 1.14.5 da leader con lancio in 14.6 e 600 finali in 42.5 con arrivo in 13.7, in 1.13.6 ottenendo strada nel quarto iniziale in 29.3 per allungare con seconda parte di gara in 57.7, al rientro nell’Elwood Medium Maschi in 1.15.5 sul doppio km da leader con lancio in 14.9 e giro finale in 56.7; tra agosto e novembre 4 “np”, il primo nel Giovanardi cedendo in retta dopo aver agito in avanti con lancio in 15.1, il secondo calando in retta dopo aver ripiegato in scia ai primi nel quarto iniziale in 29, il terzo nel Derby finendo comunque in crescendo con poco spazio dopo essere rimasto al largo ed essere retrocesso in coda, il quarto sfortunato in una batteria del Mangelli sbagliando sulla curva finale per un intralcio quando seguiva i primi in corda, poi 2 posti d’onore, nello Stabile Maschi in scia al leader in quota nel km finale in 1.13.1 con mezzo giro conclusivo in 28.8, nell’Inverno progredendo dalla scia dei primi negli ultimi tre quarti di miglio allo scoperto con mezzomiglio finale in 56.3, 4 successi, nell’Italia Maschi in 1.13 andando davanti sull’errore di un avversario nel lancio in 14 per allungare con 600 finali in 42.6 con arrivo in 14.1, nell’Andreani Maschi in 1.13.5 sul doppio km da leader con lancio in 14 e 600 finali in 41.6, nel Firenze Maschi in 1.12.4 sul doppio km in avanti con lancio in 14 e mezzomiglio finale in 56.9 con arrivo in 14.1 facili con i tappi, al proprio record di 1.11.6 sfondando con quarto iniziale in 26.7 per allungare con 600 finali in 41.5, un quarto nel Regione Campania Maschi calando in retta dopo essere sceso il scia al leader sulla curva finale dopo impegno allo scoperto, un terzo calando in retta dopo aver agito in avanti con quarto iniziale in 30.8, 2 posti d’onore, nel Triossi finendo in crescendo dopo aver mandato via dopo un quarto in 30.1, nel Criterium 4 anni finendo in crescendo dalla scia dei primi nell’ultimo giro e mezzo esterno con km conclusivo in 1.11.3, infine un successo nel Nello Bellei Maschi in 1.14 da leader con lancio in 14 e 600 finali in 41.5. Sa fare un po’ tutto (anche se preferisce agire in avanti), specialista della pista piccola, ha lavorato bene apparendo bello di andatura, se va davanti diventa il cavallo da battere.
Controfavorito. Quota: 4,00

5 BONNEVILLE GIFONT (Wim Paal) – Molto veloce in partenza, regolare, ha vinto 5 volte, al debutto nel 2019 in 1.17.5 a Bologna passando sulla curva finale dopo aver seguito il leader per allungare con arrivo in 15.1, sempre nel 2019 in 1.15.6 da leader con il quarto iniziale in 28.6 e quello finale in 29.3 facili, l’anno scorso nell’Elwood Medium Filly in 1.15 sul doppio km sferrata agli anteriori passando sulla curva finale dopo aver seguito i primi per allungare con 600 conclusivi in 44.3; dopo 2 posti d’onore (il primo finendo in crescendo dalla scia dei primi, il secondo nelle Oaks in quota in percorso allo scoperto) a novembre due terzi nel Mangelli, in batteria al proprio record di 1.12.4 seguendo in quota nel gruppo in corda, in finale in quota in corda al seguito dei primi, poi un posto d’onore nello Stabile Femmine progredendo dalla scia dei primi nel km finale allo scoperto, un quarto nell’Inverno in quota nel km finale esterno, un terzo nell’Italia Femmine in quota nel secondo giro allo scoperto, un quarto in quota dopo aver ripiegato in scia ai primi nel quarto iniziale in 30.7, 2 sfortunati “np”, il primo nel Firenze Femmine arrivando con poco spazio dopo aver seguito nel gruppo in corda, il secondo nel Città di Torino Femmine con miglio finale esterno arrivando con poco spazio, 2 terzi, nel Regione Campania Femmine con km finale esterno e progressione nei 600 conclusivi, nel Città di Padova Femmine in quota in percorso allo scoperto, un successo nel Presidente della Repubblica Femmine in 1.15.9 sul doppio km da leader con lancio dal 6 in 14.9 e ultimi tre quarti di miglio in 1.30.1, nel Triossi un errore sulla curva finale dopo aver accusato l’impegno esterno, un terzo nel Città di Cesena Femmine in quota nei 600 finali in 42.6 dopo aver ottenuto strada e aver rimandato dopo il lancio dal 6 in 14.4, un quarto nel Nello Bellei Femmine in quota in percorso esterno, infine un successo nel Città di Follonica Femmine in 1.13.9 sul doppio km da leader con lancio in 14.2 e mezzomiglio finale in 56.5 con ultimo quarto in 27.6 e arrivo in 13.4. Duttile e a suo agio sul doppio km, parte molto forte, ci sta.
Grossa sorpresa. Quota: 40,00

BIRBA CAF (Enrico Bellei) – Piuttosto veloce in partenza, regolare, ha vinto 9 volte, la terza l’anno scorso in 1.13.9 sul doppio km a Bologna sferrata agli anteriori ottenendo strada dopo il lancio in 15 per allungare con 600 finali in 43.6 con arrivo in 14.2, sempre l’anno scorso in 1.15.9 sul doppio km a Bologna ottenendo strada nel lancio in 15.5 per allungare con km finale in 1.13 e 600 conclusivi in 43.5, a ottobre al rientro in 1.13.6 sferrata agli anteriori progredendo dalla scia dei primi nei 600 finali in 41.8, a dicembre in 1.14 sul doppio km nel preferito assetto sferrata davanti da leader con quarto iniziale in 30.2 e i tre quarti di miglio successivi in 1.27, poi un errore al via, un quarto in quota in percorso manovrato, un posto d’onore nell’Andreani Femmine in percorso esterno finendo in crescendo nei 600 conclusivi valutabili intorno al 42, un successo in 1.14.1 sul doppio km ottenendo strada nel quarto iniziale in 30.7 per allungare con km finale in 1.12.1, un terzo nel Firenze Femmine finendo in crescendo dopo impegno esterno, un successo in 1.14.4 sul doppio km andando davanti nel quarto iniziale con i nastri in 31.7 per allungare con mezzomiglio finale in 56.7, un quarto nel Città di Torino Femmine finendo in crescendo dalla coda, un successo nel Regione Campania Femmine al proprio record di 1.12.7 sul doppio km finendo in crescendo dopo impegno esterno, un quarto finendo in leggero crescendo dalla coda, 2 “np”, nel Triossi calando in retta dopo aver seguito in corda i primi, nel Criterium 4 anni in percorso esterno, infine un buon posto d’onore nel Città di Follonica Femmine con miglio finale allo scoperto in quota nel mezzomiglio conclusivo in 56.5 con ultimo quarto in 27.6 e arrivo in 13.4. A suo agio sul doppio km, duttile, piaciuta a Follonica, ci sta.
Grossa sorpresa. Quota: 41,00

BETTA ZACK (Davide Nuti) – Piuttosto veloce in partenza, migliorata caratterialmente, ha vinto 8 volte, l’anno scorso la quintultima in 1.16.3 sul doppio km a Milano ottenendo strada nel quarto iniziale in 31.8 per allungare con quello finale in 29.1 (58.7 la seconda parte di gara), in 1.13.4 sul doppio km sferrata agli anteriori da leader con lancio in 14.5 e mezzomiglio finale in 58.6, nel Campionato Femminile 3 anni in 1.14.4 senza ferri davanti in percorso quasi interamente allo scoperto con quarto finale in 29.4, in 1.12.9 ottenendo strada dopo un quarto in 28.7 per allungare con seconda parte di gara in 56.4, a ottobre nelle Oaks al proprio record di 1.12.6 sferrata agli anteriori ottenendo strada dopo un quarto in 28 per allungare con seconda parte di gara in 58, poi 4 “np”, in una batteria del Mangelli con un errore nel tentativo di fare partenza, al rientro deludendo cedendo in retta dopo aver ottenuto strada nel quarto iniziale in 30.6, nel Regione Campania Femmine seguendo in coda, con un errore sulla curva finale quando seguiva i primi in corda, infine al rientro un quarto nel Città di Follonica Femmine in quota in percorso esterno. Si adatta ad ogni schema ma avrebbe preferito pista grande.
Outsider. Quota: 65,00

BILLY IDOL JET (Massimiliano Castaldo)– Molto veloce in partenza, dotato di ottimo parziale, ha colto il proprio record di 1.11.3 l’anno scorso secondo a Follonica sferrato agli anteriori finendo in crescendo dalla scia dei primi nella seconda parte di gara in 56.8 con quarto finale in 28.2; ha vinto 7 volte, la seconda l’anno scorso in 1.16.8 finendo in crescendo dalla scia della leader nella seconda parte di gara in 1.00.4 con quarto finale in 29.8 e arrivo in 14.9, sempre l’anno scorso in 1.13.5 a Montecatini da leader con lancio in 14.7 e 600 finali in 41.2, a ottobre in 1.14.9 sul doppio km ottenendo strada nel quarto iniziale in 30.8 per allungare con mezzomiglio finale in 55.7, la volta dopo in 1.15.4 da leader con quarto iniziale in 28.8 e finale in 28.7, poi un posto d’onore nello Stabile Maschi finendo in crescendo dopo percorso esterno, un successo nell’Inverno in 1.12.6 ottenendo strada dopo il lancio in 12.6 per allungare con seconda parte di gara in 56.3 con i ferri da allenamento, al rientro un posto d’onore progredendo nella seconda parte di gara allo scoperto in 57.7 dopo aver mandato via dopo il lancio in 14, nell’Etruria Maschi un errore sulla curva iniziale, un successo in 1.13 a Bologna ottenendo strada nel lancio in 14.8 per allungare con km finale in 1.10.7, un deludente “np” nel Città di Torino Maschi cedendo in retta dopo aver seguito in corda i primi, un errore sulla prima curva quando era al largo del leader, 2 successi da leader, nel Città di Padova Maschi in 1.12.4 da leader con lancio in 14.2 e km finale in 1.11.9 con 600 conclusivi in 43.1, nel Presidente della Repubblica Maschi in 1.14.3 con lancio in 14.7 e km finale in 1.12.9, un “np” nel Triossi accusando al mezzo giro finale l’impegno esterno, un terzo nel Città di Cesena Maschi finendo in crescendo dal gruppo nei 600 conclusivi che ho cronometrato in 41.5, un “np” nel Criterium 4 anni finendo comunque in crescendo dal gruppo dopo aver trovato tardi l’aria con km conclusivo che ho cronometrato in 1.10.8, un posto d’onore nel Nello Bellei Maschi finendo in crescendo dalla scia dei primi dopo avvio sollecito dalla seconda fila, infine uno sfortunato quarto nel Città di Follonica Maschi restando chiuso dopo aver mandato via dopo il lancio in 13.3. In forma, tatticamente sfortunato di recente, anche stavolta la sistemazione lo penalizza.
Molto difficile. Quota: 60,00

BRILLANT FERM (Andrea Farolfi) – Parte il giusto, ha colto il proprio record di 1.10.8 alla quartultima sul doppio km settimo in Francia; ha vinto 6 volte, 3 nell’annata, la penultima a febbraio in 1.14.2 sul doppio km finendo in crescendo dalla coda nel mezzomiglio conclusivo in 58, alla penultima in 1.14.4 sul doppio km finendo in crescendo dal gruppo nel mezzomiglio conclusivo in 57.4, la volta dopo un terzo nel Città di Follonica Maschi al proprio record italiano di 1.12.2 sul doppio km finendo in crescendo nel quarto conclusivo in 28.6 dopo impegno esterno. A suo agio sul doppio km ma alla prima uscita in pista piccola.
Estremo outsider. Quota: 69,00

10 BUBBLE EFFE (Marco Stefani) – Velocissimo in partenza, sa agire in ogni schema, ha ottimo parziale, rende al meglio da fresco, ha vinto 9 volte, la terza nel 2019 al rientro in 1.14.2 a Milano sfondando dopo 600 in 42.2 per tirare via a parziali invertiti, l’anno scorso al rientro in 1.14.1 a Milano ottenendo strada nel quarto iniziale in 30.4 per allungare con seconda parte di gara in 58.3, in 1.13.9 sul doppio km sferrato agli anteriori ottenendo strada nel quarto iniziale in 31.9 per allungare con mezzomiglio finale in 56.4, in 1.13.4 sul doppio km da leader con quarto iniziale in 29.4 e arrivando senza forzare, poi a ottobre un quarto nel Derby battuto nel finale dopo aver difeso il comando con primi 600 in 42.9, un successo in una batteria del Mangelli al proprio record italiano di 1.12.2 da leader con 600 finali in 41.4, 3 prove viziate da errori, il primo in finale sulla curva conclusiva dopo aver mandato via nel lancio in 13.8, il secondo ancora sulla curva finale dopo mezzomiglio in 56.8 dopo aver agito in avanti con lancio in 14.5 per tornare platonicamente (perché squalificato) a prevalere con ultimi tre quarti di miglio in 1.27.1, il terzo nell’Italia Maschi sulla piegata iniziale dopo essere andato davanti nel lancio in 14, al rientro un successo in 1.14.8 sulla lunga distanza a Milano passando al mezzo giro finale dopo aver seguito in coda per allungare con mezzomiglio conclusivo in 57.8, al rientro un “np” nel Città di Padova Maschi finendo in crescendo dalla scia dei primi con poco spazio, infine la trasferta scandinava con 2 successi nel preferito assetto sferrato, alla terzultima al proprio record di 1.10.5 da leader con mezzo giro iniziale in 34.9, all’ultima in 1.12.3 sul doppio km sfondando con il mezzo giro iniziale in 34.3. Maturato fisicamente, sa agire in ogni schema, ha ottimo parziale, piaciuto in Scandinavia, a questi livelli non è mai stato un vincente ma se filtra dalla scia dello svelto Bonjovi può giocarsela bene.
Sorpresa. Quota: Scud. (20,00)

11 BAHAMIA (Federico Esposito) – Molto veloce in partenza, bel modello e bella meccanica, dotata di cambio di marcia, ha vinto 6 volte, la seconda nel 2019 in 1.16.4 ottenendo strada dopo il lancio in 13.7 per allungare con 600 finali in 43.3, l’anno scorso in 1.15 sul doppio km sferrata agli anteriori da leader con quarto iniziale in 30.9 e mezzomiglio finale in 57.3, in 1.12.7 a Bologna nel preferito percorso in avanti con lancio in 14.3 e 600 finali in 42.5, nel Marche Femmine al proprio record di 1.12.3 senza ferri anteriori finendo in crescendo dalla scia della leader nell’arrivo in 14.3 senza togliere i tappi; a ottobre al rientro uno sfortunato errore nelle Oaks subendo un danneggiamento quando seguiva la leader che aveva mandato dopo un quarto in 28, poi un deludente quarto per mancanza di avversari cedendo in retta dopo aver sfondato dopo il lancio in 13 bloccandosi di muscoli, nello Stabile Femmine un errore sulla prima curva dopo essere andata davanti nel lancio in 14.7, un posto d’onore nell’Italia Femmine finendo in crescendo nei 600 conclusivi in 43.3 dopo impegno esterno, un quinto in Francia accusando in retta la seconda parte di gara esterna, al rientro un terzo seguendo in quota i primi in corda, un posto d’onore nel Città di Torino Femmine finendo bene dal gruppo nel mezzo giro conclusivo esterno dopo aver subìto il calo di chi la precedeva, un quinto nel Regione Campania Femmine in quota nel mezzo giro finale esterno, nel Presidente della Repubblica Femmine un errore a un giro dalla fine quando seguiva nel gruppo in corda, un successo nel Città di Cesena Femmine in 1.14.6 in avanti scambiando con un’avversaria dopo il lancio in 14.4 per allungare con ultimi 600 in 42.6, uno sfortunato quarto nel Criterium 4 anni arrivando senza spazio nel km finale in 1.11.3 dopo aver mandato via nel quarto iniziale in 30.2, un successo nel Nello Bellei Femmine in 1.14.5 sul doppio km sferrata agli anteriori da leader con lancio in 14.2 e km finale in 1.11.5 con 600 conclusivi in 42.4, infine uno sfortunato terzo nel Città di Follonica Femmine arrivando senza spazio nel mezzomiglio finale in 56.5 con quarto conclusivo in 27.6 e arrivo in 13.4 dopo aver ripiegato in scia alla leader nel lancio in 14.2. Tornata al meglio, ha risolto i problemi ai posteriori e molto svelta, può piazzarsi.
Difficile. Quota: 45,00

12 BELZEBU’ JET (Vincenzo Luongo) – Molto veloce in partenza, al rientro, duttile, sa fare un po’ tutto, ha vinto 11 volte, la terza nel 2019 in 1.18.5 sul doppio km con km finale in 1.15.6 progredendo dal gruppo nel mezzo giro conclusivo, l’anno scorso al rientro in 1.14.9 sul doppio km ottenendo strada dopo il lancio in 14.6 per allungare con km finale in 1.12.2 e 600 conclusivi in 42.3, in 1.13.5 passando sulla curva finale dopo impegno allo scoperto per allungare con 600 conclusivi in 42.8, nel Società Terme Maschi in 1.14.8 sul doppio km da leader con lancio in 14 e 600 finali in 42.2 con arrivo in 13.6; a ottobre un “np” nel Derby in percorso esterno, poi in una batteria del Mangelli un errore sulla curva finale quando seguiva il leader che aveva mandato dopo 600 in 42 dopo essere andato davanti nel lancio in 13, un successo nello Stabile Maschi in 1.14 da leader con lancio in 14.5 e km finale in 1.13.1 con mezzo giro conclusivo in 28.8 facile, nell’Italia Maschi un errore sulla prima curva quando era nel gruppo al largo, un successo in 1.13.6 ottenendo strada dopo un quarto in 28.6 per allungare con 600 finali in 42.7, un terzo nell’Andreani Maschi accusando in retta l’impegno allo scoperto, nel Firenze Maschi un errore al via, un successo in 1.12.5 da leader con lancio in 13.5 e arrivo in 13.7, un posto d’onore al proprio record di 1.12 perdendo leggermente contatto nei 600 finali in 41.5 dal leader da cui era stato superato dopo un quarto in 26.7, un terzo nel Città Di Torino Maschi battuto nel finale dopo essersi ritrovato davanti dopo un km sull’errore del leader, nel Regione Campania Maschi uno sfortunato errore al via subendo un intralcio, un terzo nel Città di Padova Maschi finendo in crescendo dopo percorso esterno, un successo in 1.14.1 sul doppio km ottenendo strada dopo il lancio in 15.1 per allungare con quarto finale in 27.9 (56.2 il mezzomiglio conclusivo), un terzo nel Triossi finendo in crescendo dal gruppo nel mezzo giro conclusivo esterno, un successo nel Città di Cesena Maschi in 1.14.4 sul doppio km da leader con lancio in 14.1 e km finale in 1.12.3 con 600 conclusivi in 41.8 e arrivo in 13.5, infine un terzo nel Criterium 4 anni battuto al termine di un km conclusivo in 1.11.3 dopo aver ottenuto strada nel quarto iniziale in 30.2. In grande crescita, maturato nel carattere, è diventato duttile, sta diventando un cavallo completo adatto ad ogni schema (anche se preferisce agire in avanti) e dotato di gran cambio di marcia, specialista della pista piccola, rientra ma sulla linea migliore ci starebbe.
Difficile. Quota: 48,00