CULTURA,

“Concrete Visioni”

Da sabato 14 a domenica 29 gennaio 2023

Alla galleria del Carbone (via del Carbone 18)

 

 

Attraverso, FrancescoSprocatti

“Concrete visioni. Ferrara a passi lenti”, è il titolo della mostra che aprirà al pubblico sabato 14 gennaio 2023, con inaugurazione alle 18 alla galleria del Carbone di Ferrara in via del Carbone 18, con 28 scatti del territorio e un catalogo con oltre 80 immagini. La mostra – visitabile fino a domenica 29 gennaio 2023 tutti i giorni ore 17-20 – è organizzata dal Fotoclub di Vigarano Mainarda col patrocinio del Comune di Ferrara e del Comune di Vigarano Mainarda. L’iniziativa è stata presentata venerdì 13 gennaio 2023 alle 12 in sala dell’Arengo della residenza municipale. All’incontro con i giornalisti sono intervenuti il parlamentare e sindaco di Vigarano Mainarda Davide Bergamini, l’assessore comunale alla Cultura del Comune di Ferrara Marco Gulinelli, l’assessore alla Cultura di Vigarano Daniela Patroncini, il consigliere comunale di Vigarano Umberto GardenghiPaolo Volta e Lucia Boni per la direzione artistica della galleria del Carbone, Andrea Gallesini, vicepresidente del Fotoclub e il consigliere della galleria e socio del Fotoclub Ulrich Wienand.

 

LA SCHEDA a cura degli organizzatori – Alla Galleria del Carbone in via del Carbone, 18/a, inaugura sabato 14 gennaio alle 18 la mostra fotografica “Concrete visioni – Ferrara a passi lenti”.

La rassegna è il risultato del lavoro fotografico del Fotoclub Vigarano avente per soggetto Ferrara nella scia del libro “Nuova guida di Ferrara” di Carlo Bassi in cui l’architetto propone una serie di itinerari di lettura della città. La scelta delle immagini è stata fatta in maniera collettiva dagli “abitanti-fotografi” come li definisce Lucia Bonazzi nell’introduzione del catalogo in cui scrive: “Interrogarsi sul paesaggio urbano, sulle sue trasformazioni, sulle sovrastrutture invasive che ne impediscono la piena visibilità e di conseguenza ne ostacolano la comprensione dei significati, equivale a sensibilizzare i cittadini e i visitatori all’unicità del luogo”.

Contributi di Alessandro Berselli, Andrea Gallesini, Andrea Giorgi, Davide Occhilupo, Enrico Testoni, Fabio Belmonte, Liana Caselli, Lino Ghidoni, Marco Andreani, Marisa Caniato, Massimo Cervi, Maurizio Marchesini, Sonia Campanelli, Tonina Droghetti, Ulrich Wienand Valentina Mazza, Yolanda D’Amore.