LAVORI PUBBLICI,

Ass. Maggi: “l’obiettivo è facilitare la possibilità per gli imprenditori di partecipare alle nostre gare”

 

 

Semplificazione, trasparenza e valorizzazione delle imprese che ben operano. Sono questi gli obiettivi a cui punta l’introduzione da parte del Comune di Ferrara di una piattaforma telematica per la creazione di un elenco di operatori economici interessati a eseguire lavori pubblici sul territorio comunale, tramite affidamenti diretti e procedure negoziate.

Gli operatori potranno registrarsi sulla piattaforma per le diverse categorie di opere pubbliche e le diverse classi di importo disponibili. L’Amministrazione comunale valuterà poi le candidature giunte, tenendone conto in fase di selezione degli operatori da invitare o da individuare per le procedure di affidamento di appalti pubblici, con rispetto del criterio di rotazione e di una serie di altri precisi parametri normativi.

I dettagli del nuovo sistema sono stati illustrati oggi in conferenza stampa nella residenza municipale dall’assessore ai Lavori pubblici Andrea Maggi e dal dirigente comunale del Settore Affari Istituzionali Francesco Paparella, alla presenza del commissario straordinario della Camera di Commercio di Ferrara Paolo Govoni e dei referenti delle associazioni di categoria (Confartigianato, Cna, Ance, Confcooperative, Lega Coop).  

“Si tratta – ha spiegato l’assessore Andrea Maggi – di una vera rivoluzione copernicana per quel che riguarda l’affidamento delle opere pubbliche da parte del Comune, finalmente infatti avremo l’albo degli operatori economici. L’obiettivo è quello di facilitare la possibilità per gli imprenditori di partecipare alle nostre gare. L’albo ci garantirà una trasparenza degli affidamenti e valorizzerà gli operatori di fiducia, ossia gli imprenditori che lavorano bene. Ci permetterà inoltre un risparmio in termini di tempo e burocrazia, con la riduzione delle procedure che saranno tutte digitali, grazie alla piattaforma telematica. Ciò risulta ancora più importante se si considera il Piano comunale dei lavori pubblici che grazie ai finanziamenti del Pnrr comprende opere per una cifra vicina ai cento milioni di euro”.

“Con l’introduzione dell’albo degli operatori economici dei lavori pubblici – ha aggiunto Francesco Paparella – il Comune di Ferrara intende porsi in anticipo sull’approvazione del nuovo codice dei contratti pubblici che è in via di definizione e che enfatizza proprio l’utilizzo degli elenchi di operatori istituiti dagli enti appaltanti. L’albo permetterà al Comune di valorizzare le imprese che si rapportano con l’Amministrazione in maniera seria, corretta e rispettando tutti i vincoli normativi. Ci consentirà inoltre di completare l’informatizzazione di tutta la filiera di affidamento degli appalti e di gestione delle fasi esecutive dei lavori pubblici. L’elenco potrà essere usato sia per gli affidamenti diretti di opere fino a 150mila euro – secondo la bozza del nuovo codice dei contratti pubblici – sia per le procedure negoziate, ossia da 150mila euro fino alla soglia comunitaria che arriva oltre i 5 milioni di euro. Questo significa per il Comune di Ferrara poter utilizzare questi elenchi per oltre il 90% dei lavori pubblici da affidare”.

Nelle prossime settimane, tra l’altro, i tecnici dell’Amministrazione comunale saranno a disposizione delle associazioni di categoria per un incontro di illustrazione delle modalità operative di iscrizione alla piattaforma.

Dal commissario Govoni è giunto un ringraziamento all’Amministrazione comunale per “aver raggiunto in tempi brevi questo obiettivo. L’albo – ha continuato Govoni – è importante sia in termini di risparmio nei tempi di affidamento che di efficientamento delle procedure, oltre che di valorizzazione degli operatori di fiducia che creano economia e occupazione anche nel nostro territorio”.

Un plauso all’Amministrazione comunale per il nuovo strumento introdotto è stato espresso da tutti i rappresentanti delle associazioni di categoria intervenuti, che hanno definito l’innovazione “una buona notizia in un momento ancora critico per il settore delle costruzioni”.

LA SCHEDA TECNICA

Il Comune di Ferrara istituisce  l’elenco degli operatori economici per l’esecuzione di lavori pubblici, aperto a tutti gli operatori economici interessati ad instaurare rapporti contrattuali  tramite affidamenti diretti e procedure negoziate.

Gli operatori economici dovranno registrarsi nella piattaforma telematica del Comune (Portale Appalti).

Il Comune valuterà le candidature pervenute entro 30 giorni dalla loro ricezione, fatta salva la previsione di un maggiore termine, non superiore a novanta giorni, in funzione della numerosità delle candidature pervenute. L’elenco sarà implementato, con cadenza almeno mensile, con le richieste dei nuovi operatori economici.

L’elenco delle categorie e classi di importo alle quali è possibile iscriversi sono le seguenti:
CATEGORIE DI OPERE GENERALI
OG 1 Edifici civili e industriali
OG 2 Restauro e manutenzione dei beni immobili sottoposti a tutela
OG 3 Strade, autostrade, ponti, viadotti, ferrovie, metropolitane

Ciascuna categoria sarà suddivisa nelle seguenti classi di importo:
1)    classe: < € 40.000,00
2)    classe: ≥ € 40.000,00 e < € 150.000,00
3)    I classifica
4)    e seguenti in funzione delle classificazioni SOA

Ai fini dell’iscrizione, gli operatori economici dovranno possedere requisiti, anche professionali, previsti dalla normativa in vigore.

I meccanismi di selezione degli Operatori Economici da invitare o da individuare per le relative procedure di affidamento, previo rispetto del criterio di rotazione, saranno i seguenti:
1)    sorteggio (nel rispetto dei parametri di seguito individuati);
2)    nominativi scelti dal R.U.P. nel rispetto dei principi posti dalla normativa vigente
3)           misto:
– 50% estrazione a sorte (nel rispetto dei parametri di seguito individuati)
– 50% nominativi scelti dal R.U.P. nel rispetto dei principi posti dalla normativa vigente ed in particolare dalle linee guida ANAC n. 4 (nel rispetto dei parametri di seguito individuati).

I parametri saranno i seguenti:
–        la rotazione opera in base ad aggiudicazioni ed inviti su categoria e classe;
–        un soggetto invitato non aggiudicatario a meno di insufficienza nell’elenco o espressa deroga da parte del R.U.P. (sulla base delle motivazioni linee guida ANAC n. 4) non può ricevere altro invito prima che sia trascorso un termine non inferiore a 90 giorni dal precedente invito.

L’Amministrazione si riserva di effettuare la cancellazione dall’Elenco OO.EE. LLPP nei casi di:
1)  carenza, originaria o sopravvenuta, a seguito delle verifiche effettuate, dei requisiti di ordine generale e di idoneità professionale o falsa dichiarazione in merito ai requisiti speciali risultanti dalle informazioni rese in sede di iscrizione all’Elenco, fatte salve le ulteriori conseguenze derivanti dalle false dichiarazioni;
2)  in caso di richiesta scritta dell’interessato;
3) per mancata manifestazione della volontà di rinnovo dell’iscrizione negli elenchi.
4)  Potranno essere esclusi dall’elenco gli operatori economici che eseguano o abbiano eseguito le prestazioni contrattuali affidate con grave negligenza o malafede ovvero in caso di grave errore nell’esercizio della loro attività professionale, in base a segnalazioni motivate del R.U.P.;
5)  gli operatori economici che non hanno presentato offerta a seguito di tre inviti nel biennio o che si siano resi inadempienti degli obblighi previsti nel presente documento, fase esecutiva dell’appalto.