CdS Allievi, Fratellanza alle spalle del Cus Parma dopo il primo appuntamento

0

A.S. La Fratellanza

Non solo Master, ma anche gli Allievi impegnati a Modena nell’ultimo weekend che è stato anche il primo valido per la prima fase dei CdS

 

 

Al Campo Comunale si sono sfidati i migliori Under 18 dell’Emilia Romagna con la Fratellanza che occupa attualmente il secondo posto sia nella graduatoria parziale maschile che in quella femminile alle spalle del Cus Parma.

 

di, Andrea Lolli, Laura Bertoni

Un buon viatico considerando alcune assenze in specialità che porteranno al sodalizio gialloblù punti importanti nel corso del prossimo appuntamento.

Velocità, Cremaschi e Martignani in luce

Tra le gare più avvincenti ci sono stati senza dubbio i 100 piani maschili dove tre atleti hanno chiuso la propria prova nell’impercettibile spazio di un centesimo. A trionfare è stato l’atleta di casa, Mattia Cremaschi, con un buon 11”41 nonostante le condizioni climatiche tutt’altro che entusiasmanti ed il vento contrario. Buono anche l’ottavo posto in 11”83 di Joseph Panford, primo anno di categoria e alle prime gare vere e proprie dopo essersi messo in luce nell’appuntamento scolastico dedicato ai ragazzi più veloci di Modena. Sempre Cremaschi, poi, è stato il migliore sui 200 chiudendo settimo in 24”04. Sul giro di pista buon quinto posto per Pablo Bolaina in 55”64 poi ci sono le gare ad ostacoli con il quarto posto di Andrea Dallari sui 110 in 16”36. Al femminile Lara Seeber è nona sui 200 in 28”25 e ventesima sui 100 in 13”72. Nel giro di pista, invece, diverse assenze con la sola Ahata Apshai impegnata che ha chiuso sedicesima in 1’12”25. Decisamente interessanti, invece, le gare ad ostacoli con Alessia Soukhomazov seconda nei 100 in 15”37, ma soprattutto Emma Martignani prima nei 400 con un notevole 1’04”66.

Staffette, vince la 4×400 maschile

Capitolo a parte dedicato alle staffette con l’inedita 4×100 maschile che ottiene un prezioso terzo posto in 44”71 grazie alle prove di Panford, Cremaschi, Costanzini e Dall’Olio. Chiude davanti a tutti, invece, la 4×400 in 3’43”08 schierando ancora Dall’Olio assieme a Brandoli, Zurru e Bolaina. Per le ragazze quinto posto della 4×100 formata da Poletti, Borghi, Gavioli e Soukhomazov in 51”93 e terzo per la 4×400 con le stesse Soukhomazov e Gavioli assieme a Gjikolaj e Martignani in 4’11”65.

Mezzofondo, Mosca vince e abbatte il personale nelle siepi

Le distanze più lunghe hanno regalato ulteriori soddisfazioni alla compagine gialloblù a partire da Luca Brandoli, terzo negli 800 in 2’03”81. Doppio quarto posto, invece, per Matteo Costa sui 1500 e 3000 rispettivamente con i crono di 4’19”63 e 9’35”86. Francesco Zurru è terzo nei 2000 siepi alle spalle degli irraggiungibili romagnoli Ricci e Castiglioni in 6’44”61 e per finire la marcia con Riccardo Nava che chiude alle spalle del reggiano Cristian Serra i 5000 metri in 28’36”21. Nelle prove femminili sugli 800 il punteggio migliore è quello di Ahata Apshai grazie al quattordicesimo posto in 2’45”99, mentre nei 1500 è decima Francesca Venturelli fermando il cronometro sul 5’27”28. I 3000, invece, sono stati coperti da Sofia Ferrari in 11’36”65 per un sesto posto finale, mentre le siepi hanno visto trionfare Rebecca Mosca che in 7’41”94 ha tolto ben ventitré secondi a quella che era la sua prima e unica prova sulla distanza dei 2000 metri in questa specialità risalente allo scorso settembre. La marcia, infine, ha visto Elena Orsini chiudere terza in 29’37”24.

Salti, Borghi super nel triplo

Copertina di giornata nelle gare di salto per Sergio Borghi che all’ultimo tentativo nel triplo ha trovato un notevolissimo 12,73 metri che lo ha fatto balzare davanti a tutti per un centimetro. Nel lungo sempre lui protagonista, ma sesto posto finale con la miglior misura di 5,63 metri. Più difficoltà per la compagine di casa Fratellanza, invece, nell’alto dove Simone Dall’Olio è decimo con 1,40 metri e nell’asta dove Andrea Barbieri non è riuscito a gareggiare causa indisposizione. Tra le donne Greta Laura Remorgida non riesce a ripetere l’1,50 nell’alto di una settimana prima e chiude a 1,45 metri sesta. Doppietta, invece, nell’asta con il successo di Asia Tognoli, al rientro dopo uno stop di qualche mese con la misura di 3,40 metri, e l’ottimo secondo posto di Sara Andreotti che si issa fino a 2,90 metri strappando il pass per i campionati italiani alla seconda gara in carriera dopo quella di un anno fa a Reggiolo. Lungo e triplo, invece, hanno la firma di Caterina Baccini e Anna Pedrielli rispettivamente decima con 4,61 metri e diciassettesima con 8,96.

Lanci, Sanguinetti entra nelle dieci nel disco

Chiudiamo la nostra rassegna con i lanci che al maschile hanno visto impegnato il solo Filippo Gualdi nel disco. Per lui un tredicesimo posto con la miglior misura di 18,89 metri realizzata al secondo lancio. Al femminile aumenta la copertura, ma le prestazioni appaiono migliorabili con il quindicesimo posto di Dicra Passini nel peso con 5,10 metri. Sempre lei ha disputato anche la gara del martello chiudendo con il medesimo piazzamento e la misura di 20,36 metri. Il disco, invece, ha visto scendere in pedana Elisa Sanguinetti nona con 20,34 metri.

Gare Juniores, Storti vince e personale per Attanasio

Come sempre il programma dei CdS Allievi ha visto gareggiare anche alcuni protagonisti della categoria Juniores a cui viene data la possibilità di disputare una gara in più visto lo scarno programma stagionale per quanto riguarda gli ostacoli e i lanci con altezze e pesi degli attrezzi specifici per gli Under 20. In casa Fratellanza da segnalare il successo del campione italiano invernale di categoria Matteo Storti nel disco con 52,03 metri ed il quinto posto con personale migliorato per Francesco Attanasio nel martello con la misura di 39,93.