Più che un trio, sono una trinità del jazz moderno: il pianista Kevin Hays, il contrabbassista Ben Street e il batterista Billy Hart saranno i protagonisti di un nuovo concerto del Bologna Jazz Festival sullo storico palco della Cantina Bentivoglio. L’appuntamento è per domenica 13 novembre, in forma di jazz lunch(il live inizierà alle ore 15).
Il Bologna Jazz Festival è organizzato dall’Associazione Bologna in Musica con il
contributo di Regione Emilia-Romagna,
Comune di Bologna, Bologna Città della Musica UNESCO, Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, Fondazione Carisbo, Gruppo Unipol, Coop Alleanza 3.0, TPER, Città Metropolitana di Bologna, del main partner Gruppo Hera e con il sostegno del Ministero della Cultura.
Anche il jazz ha le sue epifanie. E una di esse è il trio che riunisce Kevin Hays, Ben Street e Billy Hart, tre dei più importanti jazzisti in attività, uniti da una solida intesa stilistica pur appartenendo a generazioni assai distanti. “ All Things Are” è nato come una delle numerose e ormai celeberrime “Smoke Sessions” dell’omonimo jazz club newyorkese. Da una parte una ricorrenza festiva, le celebrazioni per gli ottant’anni di Billy Hart, che ha portato per la prima volta i tre musicisti a esibirsi assieme, senza tante prove preventive, dall’altro le circostanze storiche assai poco entusiasmanti dei momenti più bui della pandemia. Tanto che questa session si tenne nel dicembre 2020 come live a porte chiuse, senza pubblico, destinata solo alla visione in streaming. Ma la musica che ne scaturì fu talmente luminosa e in positivo contrasto con la situazione circostante che fu subito chiaro che il suo destino sarebbe stato di venire preservata su disco anziché perdersi nell’immaterialità delle connessioni web.
Presidente: Federico Mutti
Direttore artistico: Francesco Bettini
Us:Daniele Cecchini