Campaccio, Cordazzo ad un passo dal successo

 

parole di, Andrea Lolli

E’ andato in archivio il primo fine settimana vero e proprio dedicato alla stagione Indoor con tanta Fratellanza in pista fra gli impianti di Parma, Ancona e Padova. Il 2023, però, è iniziato anche sotto il segno della corsa campestre e per i colori gialloblù a mettersi in luce è stata Giulia Cordazzo, seconda nel cross corto della gara internazionale del Campaccio.

Si è tinta di gialloblù l’edizione numero sessantasei del Campaccio, manifestazione di corsa campestre internazionale in programma lo scorso 6 gennaio. A conquistare la seconda piazza nella gara corta femminile è stata Giulia Cordazzo, autrice di una prova di assoluto livello chiusa con il tempo di 11’40” a soli tre secondi dalla vincitrice Silvia Gradizzi del Cus Pro Patria Milano.

In gara nella prova assoluta maschile anche il pavullese Alessandro Giacobazzi coi colori dell’Aeronautica Militare. Il campione italiano in carica di maratona si è ben disimpegnato in mezzo a tanti campionissimi italiani e non della specialità piazzandosi ventitreesimo con il tempo di 31’17”.

Per la categoria Juniores maschile, invece, trentasettesimo posto in 20’46” per Matteo Costa. Infine i Master con Alessandro Bianchi quattordicesimo nella sua categoria, gli SM45, con 19’40” e Marco Moracas ottavo tra gli SM60 in 15’35”.

Indoor, Zlatan e Romani ripartono con una vittoria

E’ iniziata con le prime vittorie ed anche qualche prestazione di livello la stagione Indoor per gli atleti e le atlete gialloblù di ogni età. Nell’impianto di Parma sui 50 metri Andrei Zlatan è tornato alla vittoria firmando un 5”94 sia in batteria che in finale che gli ha consentito di regolare la concorrenza, su tutti quella di Marcello Aprea della Self Montanari Gruzza di Reggio Emilia. Gli altri portacolori della Fratellanza impegnati nella gara e giunti in finale sono Bokar Badji quinto in 6’10” e Justice Martin sesto in 6”16. Finale 2 per Mattia Cremaschi, salito nella categoria Junior, chiusa al secondo posto in 6”12.

Secondo posto al photofinish, invece, nella gara femminile per Sandra Milena Ferrari che dopo il 6”57 in batteria ha chiuso in 6”50 la finale stabilendo il personale che, però, non è bastato per battere la piemontese Great Nnachi, di un anno più giovane, vittoriosa con 6”49. Ottimo quarto posto sempre per i colori gialloblù per Chiara Cappi all’esordio nelle categorie assolute con il tempo di 6”86.
Tanta Fratellanza anche nella prova ad ostacoli Allieve sui 60 metri con la vittoria di Alessia Soukhomazov in 9”14 davanti alla parmigiana Elisa Valentini e alle altre portacolori modenesi Vittoria Tonioni ed Emma Martignani.

Infine per quanto riguarda le gare in terra parmigiana i salti con Asia Tognoli quarta nell’asta con 3,30 metri e nel settore maschile terzi e quarti nel salto triplo Matteo Parmeggiani e Matteo Cocconi rispettivamente con le misure di 11,67 e 11,53 metri.

Da Parma ad Ancona dove a portare sul gradino più alto del podio la Fratellanza è stata Nicole Romani nel salto in alto. La romagnola che veste i colori gialloblù ha dato prova di una condizione già buona dopo i tanti acciacchi estivi imponendosi con la misura di 1,80 metri e commettendo i tre errori a quella di 1,83. Impegnato in due gare anche lo specialista delle prove multiple Yoro Menghi. Per lui quarto posto nei 60 ostacoli con il tempo di 8”65 in qualifica e 8”74 in finale e settimo posto nel salto con l’asta con 3,80 metri valicati.

Infine trasferta di Padova per Master e marciatrici. Per le categorie Over 35 gare in programma sabato con Simona Barchetti vincitrice nel peso con 11,10 metri davanti alla compagna Valentina Montemaggiori seconda con 10,73. La domenica, invece, ha visto protagoniste le giovani marciatrici gialloblù della categoria Junior con Elena Orsini dodicesima assoluta in 16’18”23 e Lisa Montanari quindicesima in 17’36”44 sulla distanza dei 3000 metri.