Alla ricerca di un uomo nuovo con Prada, Fendi, Tod’s, Zegna, Etro

0
milano-moda-uomo-
milano-moda-uomo-

La Milano Fashion Week Men’s

Alla ricerca di un uomo nuovo. In un’edizione tutta digitale, la Milano Fashion Week Men’s in corso dal 15 gennaio 2021 a domani (19 gennaio) cerca di ridefinire i codici della moda maschile. E propone trend e collezioni per la stagione invernale 2021-22. Parole chiave (finora): multifunzionalità, comodità, versatilità e (perché no) colore. Il tutto, per dar voce alla voglia di libertà che caratterizza lo spirito di rinascita del post pandemia.

– Zegna

La kermesse è stata inaugurata dal fashion show di Ermenegildo Zegna che, con la sua collezione The (Re)set, andando alla ricerca di un uomo nuovo, ha voluto imporre un cambio di rotta. Il designer Alessandro Sartori ha immaginato una nuova estetica, un tentativo di reinterpretare lo stile in base alle necessità dell’era contemporanea. Il menswear è ridisegnato concependo l’unione di indoor e outdoor, con forme portabilissime anche dalla donna.

– Tod’s

Un inno alla classicità del gentleman italiano (foto a sinistra). Tod’s esalta come suo solito la pelle attraverso semplicità e sartorialità in chiave moderna. Stile timeless e natural mood per mocassini, sneaker multimateriche e maxiborsoni. Poi, stivaletti dal tacco texano, desert boot dai gommini ingranditi, giacconi con collo di shearling.

– Etro

Torna la multibag lanciata un paio di stagioni fa da Gucci. La borsa è tripla, con piccoli astucci attaccati alla tracolla. Perché anche l’uomo non può fare a meno degli accessori, che siano maxizaini o piccole borsette portate o a mano o a spalla. Si conferma la presenza di cinture in pelle da indossare anche sopra cardigan e maglioni. Accessori onnipresenti: cingono il braccio come i portacellulare dei runner (però in pelle) oppure sono portati al collo come collane.

– Prada

Largo utilizzo di pellami lucidi e colorati sia per calzature che per capispalla, come i bomber rosa shocking o verdi petrolio e i voluminosi caban neri. Tonalità intense dei pellami anche per gli zaini (gialli, viola, verdi) portati a mano. Un dettaglio che non è passato inosservato: i guanti in pelle colorata con tasca portaoggetti sul dorso della mano (foto a destra). Uno di quegli accessori che immaginiamo già velocemente sold out.

– Fendi

Volumi avvolgenti, giacconi e pantaloni in morbida pelle, felpe in montone. Fendi (foto al centro) va alla ricerca di una nuova normalità colorata di ottimismo. Le silhouette sono lineari, sia nell’abbigliamento che nella pelletteria: tagli netti e modelli classici con un tocco di estrosità. Molto divertenti gli “scarabocchi” di Noel Fielding col quale la griffe ha collaborato per nuove grafiche che diventano segni, ricami, stampe, intarsi su montone e pelliccia.

Immagini tratte da Instagram e LinkedIn