Modena FC,

Dodicesima giornata di campionato quella che si è svolta oggi al Tombolato di Cittadella, campo sempre ostico per chiunque, la squadra Veneta è un habitué della seconda serie Nazionale, negli ultimi 16 anni, per ben 15 stagioni ha frequentato la serie cadetta, qua ben si capisce quanto sia difficile giocare nel campo dei Padovani.

Mister Tesser, ha cambiato (cosa piuttosto rara per le sue abitudini) schieramento tattico dei canarini, andando ad infoltire il reparto arretrato dei gialloblù che aveva avuto qualche difficoltà nelle ultime prestazioni, si è infatti passati a una difesa a tre, con l’inserimento del recuperato Cittadini, a centrocampo hanno gestito oltre che i due laterali i soli Gerli e Magnino , lasciando un po’ a sorpresa in panchina sia Armellino che Poli, in attacco sulla trequarti Tremolada e le due punte Diaw e Bonfanti che sembra essere completamente recuperato dall’infortunio di Pisa.

Non è stata una prestazione esaltante da parte di entrambe le squadre, questa di Cittadella, tutt’altro, i ragazzi di Tesser hanno psicologicamente risentito delle due sconfitte consecutive contro Pisa e Palermo, cosa del resto anche abbastanza comprensibile, troppo importante in certe situazioni muovere la classifica.

Nel primo tempo l’occasione più nitida è stata senza dubbio il palo colpito con il palo colpito da Lores Varela, i Veneti hanno avuto altre circostanze in cui avrebbero potuto passare in vantaggio, mentre i canarini hanno sfiorato la rete nei primi minuti con Oukhadda e soprattutto nella parte finale del tempo con Davide Diaw che a costretto il portiere Patavino Kastrati a respingere con i piedi. E’ giusto sottolineare come in entrambe le situazioni ad effettuare l’assist sia stato Luca Tremolada, [spesso criticato] ma altrettanto spesso protagonista nelle azioni più importanti.

Il secondo tempo è scivolato via in maniera molto noiosa, quasi una pubblicità per chi ha problemi nel dormire.

Al minuto 84-simo quando per una colossale indecisione di Paolo Azzi, [sembrando la controfigura del brillante giocatore della passata stagione], il Cittadella ha fruito di un calcio di rigore, e qui per l’ennesima volta è sorto protagonista il Superman Gagno , parando il suo settimo rigore. Il portierone canarino, sta diventando sempre più sicuro e soprattutto nei penalty mostra un incredibile attitudine nel neutralizzarli.

Grazie a questa prodezza il Modena è riuscito a portare a casa un risultato importante, ma è giusto sottolineare come la prestazione sia stata come minimo sottotono, quasi mai più di tre passaggi consecutivi e tanta tanta fatica nel giungere alla conclusione, in più ci sarà da capire come far tornare ai suoi abituali livelli  Paolo Azzi, il Brasiliano sembra davvero un altro giocatore rispetto alla stagione scorsa, soprattutto dopo la trattativa poi fallita che avrebbe dovuto portarlo in serie A. Giocatore fondamentale per il gioco dei gialloblù e sicuramente Mister Tesser, uomo navigato e preparato farà il possibile e l’impossibile per riportare Paolo ai suoi livelli.

Nota positiva l’esordio in maglia gialloblù di Andrea Poli, che sicuramente già dalla partita di sabato prossimo al Braglia contro il Perugia potrà essere di grande aiuto per il centrocampo Canarino. Contro gli Umbri, ultimi in classifica, non sarà comunque una partita semplice, come sempre quando si affrontano le squadre di Mister Castori, che sa in certe situazioni difficili come operare al meglio.

Non ci resta che aspettare sabato prossimo 12 Novembre, sarebbe fondamentale per il Modena tornare ai tre punti.

Enrico Morselli

Direttore                                                                                        La Tana gialloblù                                                                    Questo sito contribuisce alla audience de, https://latanagialloblu.it/