Al Michelangelo di Modena, I quattro spettacoli

 

il 26 novembre 2021 | ore 21

Il malato immaginario

Di Moliére
Adattamento e regia: Sandra Bertuzzi per Fantateatro

Ne Il Malato Immaginario, Molière mette in scena le vicende familiari di un ipocondriaco

Argante, che si circonda di medici inetti e furbi farmacisti ben contenti di alimentare le sue ansie per il loro tornaconto personale. Argante è a tal punto prigioniero della sua paura da voler maritare la figlia Angelica con il figlio del dottor Diarroicus, benché ella sia innamorata del giovane Cleante. Sposato con una donna meschina Argante, come l’avaro Arpagone, è vittima di sé stesso e burattino di chi gli sta intorno, ma grazie all’intervento della cameriera Tonina e del fratello Beraldo ordirà un inganno in grado di fargli aprire gli occhi sulla realtà che lo circonda.

La messa in scena di Fantateatro riduce lo spettacolo unicamente nella durata, mantenendo personaggi e l’intreccio invariati.

La scenografia è composta da mobilia disegnata su tele, come se l’intero spettacolo fosse recitato all’intero di un quadro barocco.

 

il 27 novembre 2021 | ore 21

Divina Crossing

Con:Dante in viaggio attraverso il Rock
Di: Avanzi di Balera

La morte del sommo poeta Dante Alighieri è avvenuta 700 anni fa, il 13 settembre del 1321, e ancora oggi nel 2021 l’occasione viene celebrata in tutto il mondo da numerose iniziative

L’Associazione Musicale Avanzi di Balera Modenesi, propone un nuovo progetto che coniuga l’elevata caratura culturale ad un mix dell’intrattenimento, porgendo il progetto Divina Crossing, all’attenzione di un pubblico poliedrico. Divina Crossing è un viaggio attraverso le narrazioni vibranti degli esperti Pierluigi Cassano (studioso e scrittore) e Francesca Mercury (esperta di musica e organizzatrice di eventi), che con la complicità della voce universale della musica creano intrecci stimolanti con celebri brani della storia del rock. Lo smarrimento di Dante nella proverbiale selva oscura viene abbinato a quello di tante star della musica che hanno bruciato troppo presto la loro esistenza, come Jimi Hendrix e Kurt Cobain.

Rivivremo il tragico amore di Paolo e Francesca sulle note di “Sweet Child O’mine” dei Guns n’ Roses, (che Axl scrisse per la moglie Erin), il folle volo di Ulisse sarà eseguito sulle note dei tabù infranti del duca bianco David Bowie e, non mancheranno atmosfere suggestive cariche di fascino tenebroso, con le note degli Stones che faranno apparire satana con “Sympathy For The Devil”.

Lo show sarà suonato dal vivo da una band professionista e il tutto sarà completato da proiezioni nelle quali spiccheranno le opere dell’artista modenese Alice Prinzis. Divina Crossing, un viaggio con Dante attraverso il rock. “foto di copertina”

il 28 novembre 2021 | ore 17

Robin Hood

Con:Fantateatro – Regia: Sandra Bertuzzi

Nell’Inghilterra medioevale, il nobile Robin di Locksley, rimasto fedele a Re Riccardo Cuor di Leone

Il nobile Robin di Locksleysi oppone al nuovo sovrano di Inghilterra, suo fratello il principe Giovanni. Costretto alla fuga, Robin si nasconde nei boschi e inizia a farsi chiamare “Robin Hood”: altri ribelli come Little John si uniscono a lui e iniziano a svaligiare le casse del regno per ripartirle fra la povera gente.

Arciere formidabile, Robin decide di partecipare a un torneo indetto dal principe Giovanni perfarsi notare dalla sua amata Lady Marian, quando viene scoperto dallo sceriffo di Nottingham.

Lo spettacolo è epico e comico al tempo stesso e il carattere dell’eroe protagonista è in grado di farci riflettere sui valori per cui vale la pena lottare. La messa in scena sfrutta fondali videoproiettati e scenografie mobili in legno e polistirolo. Risultano inoltre di pregevole fattura gli effetti speciali usati per simulare la gara di tiro con l’arco.

 

il 30 novembre, 1 e 2 dicembre 2021 | ore 21

Casalinghi disperati

Di: Cinzia Berni
Regia: Diego Ruiz – Con: Nicola Pistoia, Max Pisu, Gianni Ferreri, Danilo Brugia

Chi l’ha detto che gli uomini senza le mogli non riescono a cavarsela?

-Quattro uomini, separati e piuttosto al verde, si dividono un appartamento districandosi tra faccende domestiche, spese al supermercato e una difficile convivenza.

I quattro casalinghi disperati potrebbero anche riuscire a trovare un equilibrio, se non fosse per il rapporto con le rispettive ex mogli che comunque continua a condizionare le loro vite; perché “si arriva a odiare una persona solo se l’hai tanto amata, se non la odi è perché non te ne è mai importato niente!” Casalinghi Disperati è una commedia frizzante e coinvolgente, un ritratto divertente e scanzonato di una realtà sociale che ultimamente è saltata più volte agli onori della cronaca.

/a cura di FrancescoSprocatti/